Il mondo del ballo in Italia
16 set 2014

A cura di
Angela Scipioni
Alcuni consigli di chi insegna ai giovani da oltre 25 anni.
 

Molti maestri addestrano i propri allevi competitori
a considerare le coppie in pista come avversari
e come tali vanno sconfitti.

Questi maestri dovrebbero cambiare mestiere!

 

 

 

A cura della Maestra
Prof.ssa Dr.ssa Angela Scipioni
(Foto a fianco).

 

 


 

 

Siamo agli inizi della nuova stagione agonistica e, con l’ esperienza di decine di anni di insegnante  ai giovani, voglio dare a tutti voi questi consigli. Che balliate nella "D" o nella "A"  o anche nella  "M",  seguiteli e sarete contenti.

 

 

Premessa.

Molti maestri addestrano i propri allevi competitori a considerare le coppie in pista come avversari e come tali vanno sconfitti. Questi maestri dovrebbero cambiare mestiere!

Cari competitori, non lasciatevi influenzare.

Ogni competizione deve essere l’occasione per migliorarsi, esprimere le proprie potenzialità e riconoscere i propri limiti. Questo vale nel ballo ma anche in qualsiasi altro sport.

Se praticata in modo leale, la competizione vi offre l’opportunità di raggiungere soddisfazione, ottenere successi personali, acquisire capacità tecniche, interagire coi colleghi, divertirsi e mantenere un buon stato di salute.

Ecco alcune regole che un bravo Maestro deve insegnare ai propri allievi competitori ancor prima della mera tecnica agonistica.

 

 

Cari competitori.

 

  1. Gareggiate per divertirvi. Gareggiare deve essere un gioco.
     
  2. Partecipate con lealtà.
     
  3. Rispettate le regole, i regolamenti e l’etica comportamentale (prima, durante e dopo la gara).
     
  4. Rispettate le altre coppie in gara.
     
  5. Rispettate i Giudici di Gara.
     
  6. Rispettate anche gli spettatori.
     
  7. Accettate la sconfitta con dignità.
     
  8. Accogliete le decisioni dei Giudici sapendo che, come voi competitori, possono commettere errori anche se fanno di tutto per non commetterli.
     
  9. Rifiutate sempre la corruzione, il doping e qualsiasi forma di intolleranza e violenza.
     
  10. Evitate la cattiveria e l’aggressività sia nelle esecuzioni che nelle parole.
     
  11. Non usate artifizi e inganni per migliorare la vostra performance (il Giudice di Gara se ne accorge, ma comunque l’onestà va sempre al primo posto).
     
  12. Tenete un atteggiamento dignitoso ed equilibrato nella vittoria sul podio, come nella sconfitta al primo turno.
     
  13. Se sei un vero competitore, devi aiutare le coppie concorrenti e favorire la loro  prestazione in pista con lealtà.
     
  14. Comportati come un ambasciatore della lealtà sportiva perseguendo col tuo  comportamento i principi della massima onestà agonistica.
     
  15. E infine ricordati che l'espressione artistica del movimento la raggiungi se muovi i passi con la tecnica ma guidi il  tuo corpo con l’anima. Perciò ama il ballo, balla con entusiasmo e divertiti anche se sei in pista per i campionati del Mondo.
     

Auguri a tutti per la prossima imminente stagione agonistica.

 

 

Boario Terme
Maestra  Angela Scipioni

 

 


Leggi: Tuttoballo

(Rivista di tecnica cultura e comunicazione del Ballo Agonistico e della Danza Sportiva)

Clicca quì


 

Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1° piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)

45 anni - Per imparare/migliorare

Padova (PD)