Il mondo del ballo in Italia
03 mar 2009

A cura di
Angela Scipioni
Balli e Danze di Societa'. Giochi e cotillon per feste danzanti. Quarta parte.

Quarta puntata

 
 
Maestra
Angela Scipioni



Premessa
 

Come abbiamo accennato nelle puntate precedenti,  il  gioco, soprattutto nelle feste danzanti, è un'ottima risorsa per il gruppo di persone non perfettamente affiatato o troppo numeroso, per dar vita ad una conversazione piacevole, per creare un clima di distensione generale facendo perno su una inclinazione a tutti comune e istintiva, quale è appunto la ricerca del divertimento: sostituisce la conversazione, mette a proprio agio i componenti, contribuisce alla riuscita della festa, è un'ottima idea per rianimare la serata se troppo monotona, è insomma il "deus ex machina" per una bella e piacevole festa.

 

La natura gaia e gioiosa degli svaghi propri dei gioco, tende a creare situazioni allegre, movimenti di gruppo, piccole confusioni, il che mette tutti i partecipanti in condizioni di esprimere la loro arguzia, la prontezza di spirito e la propria vivacità.

 
 
 
 
                                                   
 
 
 
La Spirale
 
 

Gioco semplice, adatto a tutte le età; è necessario che ci siano coppie già formate o che si possano formare al momento e, quindi, il numero delle dame in gioco dovrà essere uguale al numero dei cavalieri.

 

Ottimo per sale medio-gradi o per sale grandi.


 
                                           
 


Tutte le donne si dispongono innanzi ai rispettivi cavalieri in modo formare coppia; le coppie dovranno essere distanti l’una dall’altra ad una distanza tale che tra loro si possa passare una coppia danzante a zig-zag come in uno slalom.

La disposizione è lungo la parete ma distante da essa almeno uno-due metri e, se la fila è lunga, può anche occupare due pareti ad angolo ma anche tre se le coppie sono molto  distanti l’una dall’altra.

 

Apre il gioco il direttore di gara il quale attraversa a zig-zag la “fila” così formata, dalla coda alla testa, danzando con la propria dama un giro completo di pista per fermarsi al primo posto in testa alla fila.

 

Quindi prosegue la coppia di coda, ballando, sempre a slalom fra una coppia e la successiva, danzando con la propria dama un giro completo di pista per fermarsi in testa; così via una dopo l'altra tutte le coppie fino a quando tocca di nuovo al direttore di gara.

 

Il gioco può continuare per tutta la durata del brano musicale predisposto e ripetersi più volte.

 
 

In sostanza, le danze si eseguono avanzando a zig‑zag fra una coppia e l'altra formando appunto una spirale.

 
                                        
 

Varianti
 
  1. Se le coppie fossero tante (e si potrebbe pertanto correre il rischio che finisca il brano musicale senza che l’ultima coppia della fila non abbia iniziato a ballare), il direttore potrebbe decidere all’inizio del gioco che partano due coppie insieme anziché una alla volta.
 
  1. Oppure che la coppia in pista balla due o tre giri anziché uno solo.
 
  1. Oppure ancora come la variante 1) ma con due o tre coppie in pista a ballare contemporaneamente.
 
 

Affinché il gioco sia ordinato, è bene che ballino non più di tre coppie contemporaneamente, in quanto il passaggio a zig-zag fra le copie in fila potrebbe creare confusione se si trovassero vicine due coppie a ballare nella spirale.


Brescia, 5 marzo 2009
Maestra Angela Scipioni


Continua


 
Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

57 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)