Il mondo del ballo in Italia
14 dic 2007

A cura di
Rosario Rosito
BASTA CON LA PROPAGANDA FEDERALE!
Fida di qua, Fids di la, Coni e Cloni, paghi tre e prendi due, noi siamo più dirigenti di quegli altri, istituzione e costituzione, l’ordine dei giudici, la classe dirigente della danza, regolamenti, direttive, autorità di disciplina, ed ancora, ancora, parolona dopo parolona, sigla dopo sigla, con promesse non richieste, proclami mai sollecitati,
non - se - ne – può - più!!
 
Ma la danza, la pista, la musica e i ballerini non interessano più a nessuno?
Ogni tanto si legge, soprattutto su questo sito, qualche articolo di tecnica o di cultura, che sembra un’oasi nel deserto, soffocata da immense dune sabbiose di propaganda federale; pesante, stucchevole e, soprattutto, terribilmente inutile e sgradita.
Cosa può essere successo o cosa sta per accadere di tanto epocale da sollecitare questa marea di spam dirigenziale? Quale esigenza straordinaria ha innaffiato la mala pianta della politica ad ogni costo? Proviamo a rispondere a questi quesiti.
Una serie discutibile d’iniziative della federazione dei dilettanti ha creato insanabili conflitti (soprattutto d’interesse...) con le associazioni dei professionisti, dei maestri di ballo.
È risaputo, quando si vanno a toccare interessi economici, si scatenano le guerre senza frontiere.
Di fatti si sono superate tutte le frontiere, in termini di “sputtanamento”, per colpire gli avversari, vale a dire i dirigenti dell’opposta fazione. Abbiamo assistito, nostro malgrado, al minuetto macabro, degli avvoltoi che si accusavano vicendevolmente di aver spolpato troppe carcasse.
Sembrava finita, con un giro di valzer di dimissioni eccellenti, rielezioni, ricompattazioni e ristrutturazioni ma, ahimè, il peggio doveva ancora iniziare.
Perchè una folta schiera di trombati da una parte, s’è infilata dall’altra! (che piatto prelibato dev’essere la politica! Tutti quelli che l’assaggiano non vogliono più smettere di “mangiare”...). Cosicchè, al grido di “al palazzo! Al palazzo!” centinaia di aspiranti dirigenti e manager si sono sguinzagliati, lancia in resta, per riciclarsi in un buffo, inedito sport: fare i piacioni del presidente. Ed eccoli, allora, gli articoletti furbetti che si insinuano nelle pagine web, spuntano come funghetti in ogni dove, ci dicono tutto sul sesso degli angeli, sull’altezza della torre di babele e sullo spessore delle mura di bisanzio. La fiera delle notizie inutili insomma che, presumibilmente, nessuno legge.
Uno scrivere dimostrativo, “doveroso”, un linguaggio cifrato per manifestare le nuove posizioni assunte, una scambio pubblico di posta privata.
Quello che maggiormente mi colpisce, come penso accada a tutti gli osservatori non coinvolti in prima persona, è l’ossessiva ostentazione della presunta legalità ed istituzionalità di ruoli e compiti.
“Piacere, Rosario Rosito”, “Molto lieto, Pincopallino, autorizzato Coni  e membro ufficiale della commissione elettiva del nascente ente istituzionale accreditato unico referente costituzionale legale universale possibile e immaginabile”. E che è!!!! La macchina infernale burocratica che si pavoneggia del suo artefatto restyling?!? E quando mai è stato tanto esiziale nella danza non avere l’egida dell’ufficialità? Ma poi, quale ufficialità? Quella che da una “parvenza di giustificazione” ad esigere allegre e spensierate quote per affiliazioni, tesseramenti, corsi, ricorsi, stampe, attestati, autorizzazioni e diplomi?
Del resto cosa ci potevamo aspettare? La politica vera, quella dei nostri parlamentari, non può che indurre, a cascata, le sue micidiali incongruenze e la sua deplorevole autoreferenza a tutte le ramificazioni locali. Chi ha una poltrona si sente unto dal padreterno. Ed in realtà e come se lo fosse, ma questo è tutto un altro discorso.
Rosario Rosito, 14 dicembre 2007
Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

37 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)