Il mondo del ballo in Italia
01 mag 2011

A cura di
Sauro Amboni
Campionato Regionale FIDS Lombardia e Trofeo Milano (Nota riassuntiva di Marcella Costato)

La manifestazione del 1° maggio a Castellanza
Campionato regionale FIDS
XXI Trofeo città di Milano
Danze Country e Danze a Squadre
Reportage della Maestra Marcella Costato
 

Domenica 1° maggio, presso il palazzetto dello sport “Palborsani” di Castellanza, la maestra Annalisa Moretti, organizzatrice della rinomata competizione “Trofeo Città di Milano”, ha colto l’occasione per annunciare il proprio ritiro dalla manifestazione.

Fra gli applausi scroscianti del pubblico, il maestro Tonino Altomare ha ricordato i ventuno anni ricchi di entusiasmo e impegno, dedicati dalla Moretti, alla buona riuscita di questo importante avvenimento.


 

 Altomare          Moretti
 

Colleghi e atleti intervenuti all’evento, si sono stretti attorno ad Annalisa con affetto e lei commossa ha ringraziato tutti ricordando chi nel tempo l’ha aiutata e incoraggiata nella sua attività.

 

Una riconoscenza particolare è andata allo staff formato dal Direttore di gara Edilio Pagano, dal Vicedirettore Guido Fossorier, del segretario Erika Belluzzo, degli speakers Igino Riboldi e Giovanni Altomare e dagli incaricati allo skating e alle musiche Graziella Coco e Antonio Coscia.

E’ stata gradita la presenza del Dirigente FIDS Donato Scandiffio e quella dei colleghi e amici di sempre Tonino Altomare, Presidente Midas e Mattea Pino, segretaria Midas.

Il carnet della manifestazione, che è terminata a tarda sera, è stato ricco e articolato. Sotto lo sguardo attento dei giudici di gara, le Danze a Squadre hanno aperto la giornata.

 

 La Direzione operativa della Manifestazione

I giovani delle Synchro Dance, Choreographic Dance e Show Dance sono intervenuti numerosi, dimostrando buona preparazione tecnica e grande desiderio di confronto.

I gruppi di danze Country, in auge negli ultimi tempi, hanno registrato, tuttavia, una scarsa presenza.

A questo proposito, tra i tecnici presenti, qualcuno si è chiesto se per caso le manifestazioni, sempre più frequenti, non rischino di allontanare le coppie dalle gare. I doveri di studio e famiglia, insieme ai costi in aumento delle competizioni, costituiscono, per molte famiglie, un impegno gravoso. Del problema, ormai in aumento, si è discusso con alcuni maestri intervenuti alla giornata.

A proposito di Danze Country la maestra e giudice Simonetta Bozzano di Genova, ha dichiarato di sentirsi un po’ sola nell’insegnamento di questa nuova disciplina.

Si augura che la FIDS, a breve, dia indicazioni più precise su regole e comportamenti adatti, anche per gli stessi giudici di gara.

Secondo la Bozzano, in quest'ambito della danza Sportiva, c’è ancora molto da fare e la maggior parte dei maestri sente l’esigenza di formazione.

Alle 12, 30 sono iniziate le danze del settore amatoriale. Gli atleti presenti, dalla categoria 6/11 fino alla 62 oltre, hanno ballato i programmi del libro “Balli e danze di società”, l’ultimo nato in casa FIDS.

Si ricorda che il testo è stato concepito proprio per avviare le coppie al ballo e creare uniformità d’insegnamento fra i maestri MIDAS. Chi inizia a muovere i primi passi nella Danza, trova in questo valido sussidio un aiuto all’apprendimento corretto.

In questa classe di ballo, rispetto al passato, si sono viste coppie di giovani e meno giovani, con maggior preparazione tecnica e una migliore consapevolezza della gara stessa.

Le musiche, invece, secondo alcuni sono apparse a volte poco adeguate, per difficoltà interpretativa, alla classe di ballo degli atleti.

Osservando le coppie della Combinata Nazionale, alcuni maestri hanno osservato che sarebbe necessaria una maggior attenzione al regolamento e al buon gusto generale.

Qualcuno ha osservato, tuttavia che in questa classe è stata data, negli ultimi tempi, una maggior libertà di scelta nell’abbigliamento.





 
Una coppia di giovanissimi durante la
loro bellissima esibizione di Danze Latine


Fra il pubblico, intervenuto numeroso, sono state colte alcune riflessioni e ci sembra doveroso riferirle:

 

Eccessivo il numero di premiazioni. Premiare tutti equivale a ricompensare nessuno. E’ preferibile, quindi, premiare poche persone a dimostrazione che, in una competizione, chi vince è il migliore in quel momento.

La partecipazione di uno o due soli atleti a una gara è in contrasto col principio stesso della competizione che deve avvenire fra più atleti della stessa classe e categoria.

 

Nello stesso tempo arrivare primi in una gara in cui si è gli unici partecipanti, ha scarso o nullo valore ai fini della crescita sportiva etica e psicologica dell’atleta. Si è suggerito, a questo punto, di annullare la gara stessa qualora non ci fosse un numero sufficiente di concorrenti.

Nel tardo pomeriggio, i maestri della classe XP (Professional) sono entrati in pista, mentre, i maestri Asero hanno donato un’enorme mazzo di fiori ad Annalisa a testimonianza dell’affetto maturato per lei in tutti questi anni.

Vi è stato un momento di commozione generale quando la maestra ha ricordato con simpatia alcuni allievi, ormai professionisti affermati.

Gli atleti XP si sono esibiti in un fantastico show, al suono di mazurke, valzer e foxtrot, sotto gli occhi deliziati del pubblico che, nel frattempo, aveva riempito il palazzetto.

Per mancanza di spazio, il Reportage col ricco servizio fotografico relativo al Campionato (a cura di Marcella Costato), è sulla rivista Tuttoballo all'indirizzo www.tuttoballo.net . 



Alcuni fra i numerosi Giudici di Gara
(Da sx: La Macchia, Amboni, Gatti e Gabriella Mattana)



Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)

45 anni - Per imparare/migliorare

Padova (PD)