Il mondo del ballo in Italia
24 gen 2012

A cura di
Angela Scipioni
Costruire una coreografia per team di show dance.


a cura della Maestra Angela Scipioni
(Foto a fianco)

 


CREATE LE VOSTRE COREOGRAFIE CON IL CUORE amando il vostro lavoro e i vostri allievi! La danza, sposata alla musica, è l'arte più antica, magica, energica, sensuale, affascinante, vera e coinvolgente che ci sia.  di Rita Pavanello.

 

 



Domanda
Gentile Maestra Scipioni. Leggo con molto interesse i Suoi articoli che ritengo utili e decisamente sempre a tema. Sono una giovane competitrice di Show Dance e mi piacerebbe conoscere il metodo che usano i maestri per costruire le Coreografie per i Team di Show Dance. La ringrazio ed in attesa di una Sua gentile risposta le faccio i miei migliori auguri per il Suo ballo. Cordiali saluti Serenella.

Risposta di Angela Scipioni:
L'argomento è abbastanza complesso e nel contempo interessante. Vedo, appena posso, di risponderle con un articolo nella rubrica degli esperti. Angela Scipioni.
 



Premessa

Per coreografia si intende una sequenza di movimenti consecutivi eseguiti al ritmo di una musica specifica.
Sono molti gli autori che si sono cimentati con dissertazioni e loro opinioni su questo affascinante argomento. Ne citiamo alcuni.
 


Prima opinione


Creare una coreografia vincente. Consigli di Rita Pavanello (da Danza Dance).


NON "RICICLATE" MAI una coreografia a meno che la stessa non possa davvero vivere di vita propria. A volte noi giudici ci chiediamo il perchè di un pezzo con le ragazze vestite da canguri perchè non sappiamo che avevano fatto il saggio dal titolo "Australia".


CERCATE DI AGGIORNARVI SUL PANORAMA MUSICALE e ascoltate tutto quello che vi offre; non importa di quale genere sia. Con questo non intendo dire di usare solo novità ma vi assicuro che del "Tango di Roxanne" tratto da "Moulin Rouge" noi giudici non ne possiamo davvero più (tanto per farvi un concreto esempio).


CERCATE DI ESSERE "ORIGINALI" e con questo termine non vi spingo a far ballare i vostri allievi sulle mani ma semplicemente ad esprimere VOI STESSI senza copiare dagli altri. E' pur vero che ormai non si può inventare niente di nuovo e che tutto si è già visto. Ma è proprio per questo che se cercherete di parlare di VOI nelle coreografie nessuno potrà averlo fatto prima!


SIATE SEMPLICI! L'uso di nastri, palle, veli, fiori e accessori vari se non è intrinseco alla coreografia (e cioè se l'oggetto in questione non è il vero e proprio protagonista) è da evitarsi perchè inutile; troppo spesso infatti serve a coprire la macanza di una vera idea di base. Lo stesso dicasi per "improbabili" cambi di costume in scena. Vi assicuro che ai giudici non fa effetto vedere un gruppo mascherato da Dracula che dopo poche battute musicali diventa un corpo di ballo di "Fame"; preferiamo vedere la DANZA!


SAPPIATE RICONOSCERE I VOSTRI ALLIEVI. Noi giudici sappiamo benissimo che non potete fare un'audizione per la vostra coreografia ma dovete presentare nel migliore dei modi i ragazzi che con tanta dedizione vi seguono. Sappiate esaltare le doti fisiche e psicologiche dei vostri allievi; se avete delle adolescenti timide non create per loro un pezzo da "panterone supersexy" perchè non sarebbero sicuramente credibili sul palco; se avete qualche ballerino in sovrappeso non mortificatelo con costumi-guaina che ne esaltino il problema o con magliette troppo corte che scoprono rotondità molto lontane dal "ventre a tartaruga". Scegliete quindi un costume adatto e idoneo a tutto il corpo di ballo.


INSEGNATE AI VOSTRI ALLIEVI L'ESPRESSIVITA' perchè a volte un sorriso, uno sguardo intenso e l'espressività giusta valgono più di una pirouette ben eseguita!


FATE COREOGRAFIA e cioè REGIA. La coreografia non è solo una sequenza di passi ma un "disegno danzante". Non c'è niente di più bello di vedere un insieme di ballerini che all'unisono cambia posizione nello spazio creando diverse geometrie cerchi, linee, diagonali e livelli diversi (in piedi e a terra). Cercate di far muovere i vostri allievi nello spazio e non imprigionateli nelle stesse posizioni dall'inizio alla fine del pezzo. Di sicuro vi ringrazieranno!


CREATE LE VOSTRE COREOGRAFIE CON IL CUORE amando il vostro lavoro e ivostri allievi! La danza, sposata alla musica, è l'arte più antica, magica, energica, sensuale, affascinante, vera e coinvolgente che ci sia. Noi maestri di Danza abbiamo un lavoro meraviglioso; cerchiamo di fare in modo che tutto questo traspaia dalle nostre composizioni!



Seconda opinione


Gli elementi base cui fanno da perno alla costruzione della coreografia sono, in estrema sintesi, i seguenti (tratti dal testo: Da ballo a danza; di Antonio Altomare):


Creare il Tema.

Valutare passi e evoluzioni per lo spazio scenico.

Scelta della musica.

Studiare i componenti del Gruppo e le loro capacità tecniche.

Associare l’espressività al tema.

Affinità e gestualità.

Scegliere gli stili di danza da collegare.

Quali costumi?

Creare il consenso e l’entusiasmo fra i componenti il gruppo.

Adeguarsi al regolamento sportivo in vigore e congruente.



Terza opinione


Ecco i punti da seguire se si vuole creare una coreografia vincente! Tratti da "Italia che erleader magazine".


musica: trova una musica che ti piace e che sia ballabile! (per le competizioni, meglio un cheer mix).


conteggi: ora dividi la musica in tempi da 8 (che ovviamente deve andare a tempo con la musica) e segna ogni otto con un trattino su un foglio, come un elenco, in modo da avere chiara la coreografia anche "visivamente".

imposta i conteggi: ora imposta per ogni conteggio una skill o delle motions. ricordati che le motions possono andare una per ogni tempo, mentre le skill richiedono più conteggi! sul foglio scrivi il nome di ogni sezione comprendendo i tempi da 8 che servono (per esempio, cechia i primi 4 tempi da otto e sopra scrivi "tumbling" o "liberty").

effetti: crea effetti visivi con transizioni creative e cambi di posizioni! fai in modo che la tua coreografia sia visivamente accattivante! disegna delle bozze sul foglio che rappresentino i cambiamenti di posizione. se possibile, aggiungi degli effetti sonori alla musica che combacino con qualche motion o qualche stunt.

insegnamento: insegna la coreografia dividendo ogni tempo da otto. non provate con la musica per le prime volte dato che potrebbe confondere. dai ad ogni membro del team una copia del foglio con la visualizzazione della coreografia per chiarirla di piu nelle loro teste!

separa il gruppo: ogniuno poi dovrebbe provare la coreografia per conto suo, o anche a gruppi, per saldare bene i movimenti nella memoria muscolare!

perfeziona: dopo averla imparata per bene perfeziona le motions, le posizioni. inoltre ora potete provare la coreografia con la musica!

completa: dopo aggiungi le skills, come salti, stunts e tumbling.

allenatevi!: practice, practice, practice! provate la routine finchè tutto non è perfetto!




Altre opinioni al riguardo


Inoltre, molti sono i testi che trattano l’argomento e che spiegano per obiettivi diversi le differenze metodologie e strategie per la realizzazione di una buona coreografia. Posso citare qui, per esempio, questi due:


La coreografia: scrivere con la danza. Pagg. da 161 a 163. Testo: Balli e danze di società. Di Alessandra Valeri. Fusta Editore. 2007.


Corso di formazione per coreografi. Di Paolo Cianfoni.

 

 

Ulteriore osservazione


Infine ritengo interessante riportare uno stralcio dal citato testo (Da ballo a danza; di Antonio Altomare) su due elementi importanti per costruire una bella coreografia:


La musica. La scelta della musica diventa l'anima della coreografia necessita soprattutto che sia in sintonia con il Tema scelto, che sia d'effetto che ci permetta di accentuare i passi e figurazioni la dove lo necessita. Solo attraverso la musicalità del singolo soggetto si può ottenere un gruppo visivo, uditivo al meglio della rappresentazione.

L’espressione. A ogni singolo soggetto della coreografia di Show Dence, viene assegnata una parte da interpretare o impersonare, egli per poterla esprimere al meglio si calerà nel personaggio stabilito. L'espressione del corpo non è solamente fisica o di movimento ma anche ciò che si trasmette con il viso e con lo sguardo.

 

 

A cura della Dr.ssa Prof.ssa
Maestra Angela Scipioni
Boario Terme (BS)

Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

57 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)