Il mondo del ballo in Italia
Enzo Conte
via F. Di Benedetto 146
00173 Roma (RM)
tel. 360-262559
enzo.conte@fastwebnet.it

Settore di competenza: Danze afro-latino-caraibiche

Musicista, scrittore, ballerino, coreografo, Enzo Conte é considerato uno dei più appassionati ed instancabili ambasciatori della salsa e della cultura ad essa legata. La sua storia d'amore con la salsa comincia nel 1988 all'epoca in cui faceva il pianista sulle navi da crociera che solcavano il mar dei Caraibi. Nel 1994 Enzo fonda la Accademia della Salsa. L'anno successivo pubblica "Salsa, il Tropico dell'Anima", primo libro italiano sulla storia della salsa. Nel 1997 dà alla luce "La salsa portoricana", un innovativo metodo storico-didattico, unico nel suo genere, mentre nel 2002, pubblica "Salseando y bailando" incentrato sulla storia di tutte le danze afro-caraibiche. Sempre nel 2002 realizza, infine, un originale cd ritmico-didattico dal titolo: "A ritmo di salsa". A coronamento della sua traiettoria artistica, nel 2000 è entrato a far parte degli Jala Jala Dancers, diventando così il primo ballerino italiano ad esibirsi a Puerto Rico con un gruppo interamente portoricano. Sempre a Puerto Rico, oltre a partecipare a diverse trasmissioni radiofoniche e televisive, si è esibito insieme ad orchestre come El Gran Combo, la Sonora Ponceña e quella di Tommy Olivencia.

Galleria fotografica
43 Articoli pubblicati
53 Domande all'esperto
Stefano - 03 nov 2009
Gentile Maestro, mia moglie è appassionata di salsa ma, pur avendo una naturale capacità... - Visualizza domanda e risposta completi
Gentile Maestro,
mia moglie è appassionata di salsa ma, pur avendo una naturale capacità di seguire ritmo e tempo, ha difficoltà a tirar fuori la propria femminilità....il che mi sembra dovuto ad un suo blocco psicologico (le è difficle tirar fuori ciò che per anni ha represso per sbagliata educazione ricevuta) ma anche all'incapacità di chi insegna la salsa nelle scuole della nostra città (LECCE) a supportarla adeguatamente.
Questa sua difficoltà si sta traducendo in un notevole peggioramento del suo umore e nel suo NON sentirsi pienamente donna. Sono seriamente preoccupato e vorre aiutarla.

Per come la vedo io un insegnante è bravo se riesce ad usare della disciplina della danza come strumento per il bene del proprio allievo.....si parla tanto di danzaterapia...

Sono molto preoccupato per cui ora Le chiedo: mi sa suggerire un modo (anche una scuola o un insegnante di cui Lei si fida presente nel Salento) per aiutare mia moglie in questo suo percorso?

La ringrazio tanto e confido nella Sua risposta.
Stefano
Risposta di Enzo Conte: Su questo tema leggi la mia prossima nota "Quando la gestualità fa rima con femminilità" che pubblicherò su questo sito.
Per quanto riguarda la tua zona di appartenenza ti consiglio senz'altro la scuola di Giulio Patruno che è stato anche mio allievo. Premettendo però che non sempre è facile riuscire a lavorare sulle emozioni...

Chiudi

miriam - 25 lug 2009
volevo chiedere una semplice domanda-....feci 4 anni di danza ed ho avuto diploma di... - Visualizza domanda e risposta completi
volevo chiedere una semplice domanda-....feci 4 anni di danza ed ho avuto
diploma di ballerina caraibica con ottimo posso insegnare a ballare?
attendo una vostra risposta al piu presto
Risposta di Enzo Conte: Cara Miriam,
volere è potere, poi sul campo scoprirai se hai i requisiti per farlo.
Saranno i tuoi stessi eventuali allievi a decretare il tuo successo o a vedere frantumato il tuo sogno
Auguri!!!
Enzo

Chiudi

Valentina - 20 giu 2009
Cari colleghi, ho tanto bisogno di un consiglio....io e il mio compagno abbiamo da poco... - Visualizza domanda e risposta completi
Cari colleghi, ho tanto bisogno di un consiglio....io e il mio compagno abbiamo da poco aperto una scuola di ballo latino americano. Lavoriamo la sera, poi di gorno lui lavora come cuoco presso una mensa aziendale a tempo indeterminato, io invece lavoro da casa con contratto a progetto, per una società con la quale collaboro da 2 anni (per un anno ho lavorato in ufficio, poi siccome è molto lontana la sede ed il mio lavoro è gestibile con un pc ed una connessione, abbiamo deciso di comune accordo che io lavorassi da casa). Il mio problema è questo: mi è stato offerto da qualche giorno un nuovo posto di lavoro vicinissimo a casa con possibilità di assunzione a tempo indeterminato, oltretutto un lavoro di responsabilità a molto impegnativo; ma non so cosa. Mi alletta la sicurezza che mi daebbero ma solo quello....io voglio insegnare nella mia scuola, è questa la mia vita....se accetto questo lavoro e poi mi assumono, non potrei più gestire liberamente i miei orari di lavoro come faccio ora e gestire quindi anche tutto ci che riguarda la scuola. Inoltre, se mi verrà chiesto qualche volta di fare uno straordinario, dovrei bidonare il corso serale di quella sera e non mi sembrerebbe serio....Ciò che voglio dire, concludendo, è che ho paura che accettando questo nuovo lavoro mi rassegnerò poi a fare una vita per me piatta di lavoro d'ufficio, con tutte le sicurezze del mondo ma che non sarebbe ciò che voglio...insomma una vita mortificante. Rinuncerei a lottare perchè non riuscirei a conciliare le due cose e dare alla scuola tutta la mia attenzione offrendo il massimo. Purtroppo, si sà, la concorrenza è spietata e se gli allievi iniziano a vedere che manchi una volta, manchi due, e dai la priorità ad altro se ne vanno dove possono avere la giusta attenzione e a noi toccherebbe chiudere. Sono molto confusa....ho bisogno di sentire qualche esperienza di qualcuno che ha provato ci che sto provando io....Grazie di cuore, Valentina
Risposta di Enzo Conte: Cara Valentina,
nella vita bisognerebbe sempre seguire i propri sogni...
ma, alle volte, bisognerebbe anche essere realisti, chiedersi, ad esempio, se ci siano le condizioni per farlo.
Io, nella vita ho sempre fatto il pianista di bar, ma da diversi anni (precisamente dal 1994) faccio a tempo pieno l'insegnante di ballo anche se continuo a dedicarmi alla musica al ballo come alla cultura latino-americana a 360°, scrivendo libri, organizzando tournèe di artisti e curando tutte le attività correlate a questa grande passione come ad esempio serate, spettacoli, stage, seminari, Festival e Congressi.

Devo dire che conosco parecchie persone che, quando è scoppiato il boom del ballo sociale, hanno lasciato il loro lavoro per dedicarsi all'insegnamento. Alcune di quelle persone però oggi, in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando, hanno deciso di rinunciare all'insegnamento per cercarsi, al contrario, un lavoro sicuro.
Alla fine credo che tutto dipenda dal valore aggiunto che pensi di poter offrire e dalle prospettive che hai, ovvero dal seguito che hai o che pensi potresti avere in un futuro non lontano.
Se tutto ciò credi che ti possa assicurare un futuro sereno, allora perché non provarci?...
Ricorda però che quello dell'insegnante è un mestiere affascinante ma allo stesso tempo molto impegnativo, che non solo ti può regalare molte delusioni (soprattutto dal punto di vista umano) ma che rischia anche di prosciugare tutte le tue energie sia quelle fisiche che mentali.
Bisogna essere veramente preparati per affrontarlo.
Allo stesso tempo, nella situazione delicata in cui oggi ci troviamo, è giusto fare un mea culpa generale e rendersi conto che il tempo delle vacche grasse è finito. Oggi ci sono quasi più maestri che allievi, i corsi aprono e chiudono in continuazione, il dilettantismo e la superficialità imperano e in questa giungla che danza sarà sempre più difficile continuare a sopravvivere.
A meno di non avere le forze, gli strumenti e la preparazione necessaria per farlo...
Auguri!
Enzo

Chiudi

Cinzia - 26 mag 2009
Ciao, ho letto iltuo articolo "Il bagaglio di un bravo maestro " , concordo con la... - Visualizza domanda e risposta completi
Ciao, ho letto iltuo articolo "Il bagaglio di un bravo maestro " , concordo con la necessità di creare dei poli seri di studio per la formazione di Maestri di ballo .
Quello che non condivido è il crearli solo per le discipline Latine/ Afro e che non sia una cosa grave il proliferare di "Insegnati " e "scuole" improvvisate.
Tu essendo un professionista converrai con me che insegnare a ballare non è solo far ripetere figure varie , ma và oltre e si ha anche la responsabilità dell'allievo anche a livello fisico, un movimento sbagliato e ci si può fare male, anche imparare a distinguere il tempo è fondamentale e perchè no dare anche delle noszioni di storia del ballo stesso, chiaro a seconda del tipo di lezione che si impartisce, ma un vero Maestro deve essere in grado di gestire e conoscere tutte queste cose, perciò non ci si può e non ci si deve improvvisare
E il danno che gli "improvvisatori" fanno anche a noi rpofessionisti come si può sottovalutare .
Scusa ma è un'argomento che mi prende molto e non vorrei che passasse un messaggio errato .
Buon ballo
Cinzia Ragusa

Risposta di Enzo Conte: Cara Cinzia,
non a caso l'ultimo libro che sto scrivendo "L'Arte di insegnare" sarà dedcato al maestro ballo in generale, analizzando così tutte le problematiche realtive all'insegnamento, in particolare quelle psicologiche ancora più che tecniche.

Volevo però farti partecipe di una risposta che ho dato ad una nostra lettrice:


Ho tanto bisogno di un consiglio: io e il mio compagno abbiamo da poco aperto una scuola di ballo latino americano. Di giorno però giorno lui lavora come cuoco presso una mensa aziendale, mentre io invece lavoro da casa con contratto a progetto. Il mio problema è questo: mi è stato offerto da qualche giorno un nuovo posto di lavoro con possibilità di assunzione a tempo indeterminato, oltretutto un lavoro di responsabilità e molto impegnativo. Ora non so cosa fare: mi alletta la sicurezza che mi darebbe questo nuoo lavoro ma solo quella....Io voglio insegnare nella mia scuola. Questa la mia vita!....se accetto questo lavoro e poi mi assumono, non potrei più gestire liberamente i miei orari come faccio ora e gestire quindi anche tutto ciò che riguarda la scuola. Inoltre, se mi verrà chiesto qualche volta di fare uno straordinario, dovrei bidonare il corso di quella sera e non mi sembrerebbe serio....Ciò che voglio dire, concludendo, è che ho paura che accettando questo nuovo lavoro mi rassegnerò poi a fare una vita piatta di lavoro d'ufficio, con tutte le sicurezze del mondo ma che non sarebbe ciò che voglio...insomma una vita mortificante.
Purtroppo, si sa, la concorrenza è spietata e se gli allievi iniziano a vedere che manchi una volta, manchi due, e dai la priorità ad altro se ne vanno dove possono avere la giusta attenzione e a noi toccherebbe chiudere.
Sono molto confusa....ho bisogno di sentire qualche esperienza di qualcuno che ha provato ciò che sto provando io....
Grazie di cuore
Valentina

Cara Valentina,
nella vita bisognerebbe sempre seguire i propri sogni...
ma, alle volte, bisognerebbe anche essere realisti, chiedersi, ad esempio, se ci siano le condizioni per farlo.
Io, nella vita ho sempre fatto il pianista di bar, ma da diversi anni (precisamente dal 1994) faccio a tempo pieno l'insegnante di ballo anche se continuo a dedicarmi alla musica al ballo come alla cultura latino-americana a 360°, scrivendo libri, organizzando tournèe di artisti e curando tutte le attività correlate a questa grande passione come ad esempio serate, spettacoli, stage, seminari, Festival e Congressi.

Devo dire che conosco parecchie persone che, quando è scoppiato il boom del ballo sociale, hanno lasciato il loro lavoro per dedicarsi all'insegnamento. Alcune di quelle persone però oggi, in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando, hanno deciso di rinunciare all'insegnamento per cercarsi, al contrario, un lavoro sicuro.
Alla fine credo che tutto dipenda dal valore aggiunto che pensi di poter offrire e dalle prospettive che hai, ovvero dal seguito che hai o che pensi potresti avere in un futuro non lontano.
Se tutto ciò credi che ti possa assicurare un futuro sereno, allora perché non provarci?...
Ricorda però che quello dell'insegnante è un mestiere affascinante ma allo stesso tempo molto impegnativo, che non solo ti può regalare molte delusioni (soprattutto dal punto di vista umano) ma che rischia anche di prosciugare tutte le tue energie sia quelle fisiche che mentali.
Bisogna essere veramente preparati per affrontarlo.
Allo stesso tempo, nella situazione delicata in cui oggi ci troviamo, è giusto fare un mea culpa generale e rendersi conto che il tempo delle vacche grasse è finito. Oggi ci sono quasi più maestri che allievi, i corsi aprono e chiudono in continuazione, il dilettantismo e la superficialità imperano e in questa giungla che danza sarà sempre più difficile continuare a sopravvivere.
A meno di non avere le forze, gli strumenti e la preparazione necessaria per farlo...
Auguri!
Enzo

Chiudi

taly - 02 apr 2009
salve, nn è che x caso sa se a Torino ce da qualche parte una scuola che insegnano lo... - Visualizza domanda e risposta completi
salve, nn è che x caso sa se a Torino ce da qualche parte una scuola che insegnano lo Zouk? sono settimana che lo cerco, sarei tanto felice di trovare......grazie
Risposta di Enzo Conte: Ciao Taly,
purtroppo non ne ho proprio idea
besos
Enzo

Chiudi

loredana - 08 mar 2009
Salve ,mi piacerebbe sapere se la sede per corsi di salsa cubana si svolgono ancora in... - Visualizza domanda e risposta completi
Salve ,mi piacerebbe sapere se la sede per corsi di salsa cubana si svolgono ancora in via marco dino rossi 11, mi piacerebbe sapere per iscrivermi anche il costo del mensile, grazie infinite
Risposta di Enzo Conte: Cara Loredana,
l'indirizzo della mia scuola è via Marco Dino Rossi 11. Roma
Altre informazioni le trovi sul mio sito: www.enzoconte.it

un abbraccio
Enzo

Chiudi

Andrea Bianchini - 10 gen 2009
Ciao Enzo, seguo con passione questo sito ormai da molti mesi e devo segnalare che i tuoi... - Visualizza domanda e risposta completi
Ciao Enzo, seguo con passione questo sito ormai da molti mesi e devo segnalare che i tuoi articoli, molto interessanti, vengono copiati e riportati all'interno di un sito internet di una scuola di ballo in provincia di bologna. Quello che non capisco è il perchè tali articoli vengano firmati con altri nomi e non con il tuo (mi fa proprio arrabbiare!).

I tuoi articoli sono stati inseriti in questa pagina: http://www.emporiodanza.com/editoriale.htm
Risposta di Enzo Conte: Caro Andrea,
ti ringrazio per la segnalazione. Per fortuna i miei articoli sono presenti su molti siti in rete e così uno girando un po' alla fine capisce chi è il vero autore.
L'importante è che si rifletta sulle cose che scrivo anche se è senza dubbio scorretto non citarne la fonte.
Grazie!
Enzo

Chiudi

giusy roma - 29 ott 2008
Per cortesia vorrei sapere se ci sono corsi a salerno o a cava dè tirreni.grazie.saluti - Visualizza domanda e risposta completi
Per cortesia vorrei sapere se ci sono corsi a salerno o a cava dè tirreni.grazie.saluti
Risposta di Enzo Conte: Cara Giusy,
Salerno è una città in cui ci sono bravissimi maestri di salsa.
Tra i tanti ti consiglio Maurizio Russo e Rossella Rocciola.Una volta lavoravano insieme, ora hanno due scuole diverse.
Un altro bravo insegnante è Gabriele Giannattasio.
Ce ne sono sicuramente altri molto bravi ma non sono sicuro se e dove insegnano.

boa sorte
Enzo

Chiudi

Carla - 14 set 2008
Ciao enzo sono carla volevo dire che io amo ballare specialmente latino ma devo chiedere... - Visualizza domanda e risposta completi
Ciao enzo sono carla volevo dire che io amo ballare specialmente latino ma devo chiedere insegna anche ad iglesias ??aspetto con anzia la sua risp grazie
Risposta di Enzo Conte: Cara Carla,
la mia scuola si trova a Roma in via Marco Dino Rossi 11.
Nella mia scuola insegna anche Trudy Iglesias che però è venezuelana
un abbraccio
Enzo

Chiudi

JO Sabor - 04 ago 2008
Buonasera maestro Conte. Cercando notizie sullo Zouk mi sono imbattutto nel suo... - Visualizza domanda e risposta completi
Buonasera maestro Conte.
Cercando notizie sullo Zouk mi sono imbattutto nel suo articolo.
Ottimo.
Non commento neppure la commercializzazione della salsa, divenuto un fenomeno di costume e pertanto anche questo oramai destinato al consumo.
Concordo perfettamente. Oramai questo ballo è "consumato" come un evento tecnico, svuotandolo di tutto.
Con le dovute eccezioni, nei locali non c'è più da tempo il sabor dei primi anni '90.

Venendo allo zouk, ho visto ballare una coppia a Barbados (il genere più diffuso è il calipso) e sono rimasto folgorato.
Lo Zouk-Love pare un mix perfetto tra tutti balli latini, come se ne fosse il baricentro.
In quella coppia ho potuto distinguere merengue (quello vero), lambada, salsa, son, rumba (cuban motion)... ma anche tanto tango argentino e perfino delle varianti di samba...
Per lo zouk (o si ice "il" zouk?) ricomincerei pure a ballare.
Potrebbe suggerirmi delle buone scuole a Milano e zone limitrofe?

Nonostatnte io non abbia sempre condiviso le sue idee, è bello vedere che esiste ancora qualcuno che, forte della annosa esperienza, si fa ancora alfiere del "ballo y sabor" nell'attuale contesto di "salsa un tanto al kilo".

Grazie,
JOSabor
Risposta di Enzo Conte: Pensa che attualmente sono in Brasile. Sono stato anche a Porto Seguro che e' un po' la patria dello zouk-lambada. Nel frattempo sto studiando forro', samba de gafiera, bolero, soltinho.
Soprattutto il samba di coppia trovo che sia molto divertente. Ma lo zouk e' il piu' sensuale di tutti.

un abbraccio Enzo

Chiudi

Fai una domanda a Enzo Conte
Attenzione: il presente modulo NON PUO' essere utilizzato per inviare comunicazioni pubblicitarie di attività commerciali / professionali o comunicazioni relative ad eventi, o messaggi non pertinenti al contesto. ScuoleDiBallo.com si riserva il diritto di segnalare alle autorità preposte ogni tentativo di questo tipo. Il tuo indirizzo IP è 54.145.51.250. Questo indirizzo, che rappresenta l'identificativo della Tua connessione, viene tracciato.
Informativa ex art.13 D.Lgs. 196/2003

I dati personali inseriti saranno memorizzati nella banca dati e saranno utilizzati al fine di soddisfare la richiesta dell'interessato. La prestazione del consenso al trattamento di cui sopra è necessaria affinchè la richiesta dell'interessato venga presa in considerazione.

Il titolare del trattamento, presso cui esercitare i diritti di cui all'art. 7 D.lgs. 196/2003, è Paolo Managò, titolare dell'omonima Azienda, con sede in Castelnuovo Magra (SP), Via della Pace Trav. 1 Ed. B, e-mail info@scuolediballo.com.

 

Diritti dell'interessato (art. 7 d.lgs.196/2003)
  1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
  2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
    1. dell'origine dei dati personali;
    2. delle finalità e modalità del trattamento;
    3. della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
    4. degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
    5. dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
  3. L'interessato ha diritto di ottenere:
    1. l'aggiornamento, la rettifica ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
    2. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
    3. l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
  4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
    1. per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    2. al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

 

Enzo Conte - Articoli

14 set 2008

A cura di Enzo Conte

19 set 2007

A cura di Enzo Conte

Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate