Il mondo del ballo in Italia
13 nov 2007

A cura di
Rosario Rosito
FIDA, nasce la Federazione Amatoriale della Danza Italiana
Credo di sapere cosa passi per la testa di chi legge questo genere di articoli che, ti tanto in tanto, fanno capolino su questo ed altri siti: Basta, per carità, non se ne può proprio più di sigle, siglette, acronimi e acrostici intorno al tanto fumo e niente arrosto di una piccola crosta di formaggio messa ad ammorbidire e dimenticata su una piastra calda!
Non c’è neanche il tempo di memorizzare, che ne nascono di nuove. E, puntualmente, si erge il paladino saccente che ne sottolinea la qualità, la necessità, l’improrogabilità, ecc. ecc.
In questo caso il paladino, ahimè, sono io. Ma come potevo sottacere la nascita della FIDA, in un momento in cui si strombazza (anche in qualche articolo pubblicato recentemente su scuolediballo) a destra e a manca che va tutto bene, che la federazione ha fatto le cose perbenino, che ora non manca più niente, che è nato il MIDAS per volontà di “uomini illuminati” (e quì ci vorrebbe la mitica pernacchia di Totò) che formerà i maestri (qualcuno sentiva la mancanza di un’ulteriore “Associazione di Categoria dei Maestri di ballo, danza e danza sportiva”? – ma mi faccia il piacere! – diremmo, sempre parafrasando Totò).
I maestri poi dovrebbero proseguire la loro fantomatica preparazione (gli esami non finiscono mai...) in ISDAS. Ma non finisce quì, sarebbe troppo semplice. Dall’ISDAS si passa all’AIDAS (che non è l’Adidas, attenzione) per poter accedere nel limbo inarrivabile degli ufficiali di gara!
Alla faccia del bicarbonato di sodio (...è sempre Totò). Al culmine dell’ispirazione c’è chi ha sentenziato che “Midas diventa l’Associazione degli esercenti danza sportiva”. I padroni del vapore, insomma, che si autoproclamano tali (!). Non so come continuerà questa torre di babele, ma la diminuzione impressionante delle coppie e lo svuotamento dei palazzetti ha acceso una spia rossa grande come un faro, che solo un “orbo per scelta politica” non vede. Ed allora benvenuta FIDA e buon lavoro anche alla FDSI, per riportare la danza sportiva alla sua dimensione naturale, quella della sana competizione e del divertimento. Mi sia concesso un vezzo: io l’avevo già previsto. In questi due articoli:
 
 
 
Rosario Rosito, 13 novembre 2007
Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

57 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)

37 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)