Il mondo del ballo in Italia
04 gen 2008

A cura di
Rosario Rosito
GLI IMBROGLIONI
“Tu votami questa coppia nei latini, che poi io ti voto quell’altra nella 16/18 standard”
“ Questi mi basta che me li mandi in finale, saranno già contenti così “.
“Marco e Pasqualina tra i primi tre, altrimenti ‘sta coppia la perdo”.
Più o meno saranno questi i discorsi che si fanno, tra di loro, i prodigiosi maestri che partecipano ai famosi “stage dell’ultima ora”. I campioni della sportività e del disinteresse, gli alfieri della lealtà sportiva e…delle porcate.
Ho ricevuto una lettera da Catania. Una lettera di denuncia in cui si fanno nomi e cognomi. Una lettera accorata, di un genitore deluso che, per assecondare il figlio, è costretto a sottostare a tutti gli scempi, le storture e le inopinate ingiustizie. Un genitore che, ad un certo punto scrive testualmente:
“Sto cercando di far capire a mio figlio che i sacrifici che faccio per mantenergli il ballo, fra lezioni, gare, viaggi ed altre spese, sono assolutamente inutili, perché questo sport non è vero e quando accadono queste porcate mi sento preso in giro 2 volte”.
Perché uno si sente preso in giro, questa è la nota più dolente. Non tanto per aver pagato un biglietto inutile o per aver perso una gara che magari avrebbe potuto vincere, ma per l’assoluta disinvoltura, anzi sfacciataggine, con la quale i “maestri/giudici” combinano le gare. In fondo ti prendono per fesso. Sottovalutano le tue cognizioni, mortificano l’intelligenza di chi capisce e subisce. Spavaldi, gonfi e tronfi, continuano impunemente la loro marcia ostinata ed inutile verso una terra di conquista che non c’è, non esiste. Un esercito di “Francischiello”, sbracato e male in arnese, autolesionista e maldestro.
Nel frattempo gli imbonitori, anche su questo stesso sito, continuano a versare fiumi d’inchiostro per magnificare e santificare questa o quella federazione. Ma cosa credete di fare, dove immaginate d’approdare? Ma veramente non siete capaci di registrare che il ballo sportivo di coppia è stato distrutto? Sembra sia passato Attila, il flagello di Dio.
È ovvio: uno o due imbroglioni possono anche essere tollerati da un sistema, quello del ballo, che in fondo non dispensa grandi ricchezze. Ma se si contano sulle dita di una sola mano le persone perbene, tra un esercito di faccendieri impuniti, allora è meglio starsene a casa.
Mi colpisce non poco che dalla Sicilia qualcuno abbia pensato di scrivere a me. Cosa c’entro io? Forse perché qualche volta ho provato a stigmatizzare quello che è sotto gli occhi di tutti? Nessuna fiducia nelle istituzioni, nelle federazioni, nei canali cosiddetti “ufficiali”. Meglio scrivere ad un maestro di musica che gliene dice quattro a modo suo! Accidenti come siamo messi male…
Per la cronaca ho mandato la lettera al presidente federale, vediamo cosa farà. Ovviamente ne manderò una copia a chiunque me la richiede.
Buon Anno (si fa per dire…)
Rosario Rosito, 4 gennaio 2008
Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)

45 anni - Per imparare/migliorare

Padova (PD)