Il mondo del ballo in Italia
07 gen 2015

A cura di
Sauro Amboni
Gli specchi nelle scuole sono un danno per gli allievi.

 

 

 

Gli specchi nelle scuole e nelle sale degli allenamenti possono essere molto dannosi per l ’ apprendimento.

 

Alcuni importanti suggerimenti per la gestione dell’equilibrio nella coppia durante il ballo.

 

 

 


 

Premessa: il consiglio errato di molti maestri.

 

Molte scuole abbelliscono la sala con degli specchi sulle pareti con lo scopo di dare briosità e vivacità alle lezioni.

Molti maestri consigliano i propri allievi di osservarsi negli specchi mentre ballano in modo da poter vedere e rendersi conto della loro posizione, postura o eventuali sbilanciamenti e inclinazioni scorrette.

Questo è grave errore didattico.

La più importante osservazione consiste nel non guardarsi assolutamente negli specchi sulle pareti della sala durante le prove, gli allenamenti e l’apprendimento.

Vediamo subito il perché.

 

 

 

L’effetto dannoso per gli allievi

Questo implica alla coppia di ruotare la testa, seguire lo specchio, osservare la propria immagine negli specchi stessi e muoversi anche con le spalle per meglio indirizzare lo sguardo verso la propria immagine riflessa.

Questo modo di fare, consigliato da molti maestri, è errato e produce nella coppia:

 

  • movimenti della testa non in conformità a quelli previsti per la figurazione che la coppia sta interpretando,

     
  • perdita di concentrazione sulla propria performance, sui propri movimenti e sulla propria posizione,

     
  • mancanza di coordinamento posturale “testa-corpo”,

     
  • vengono meno gli allenamenti rivolti ad assumere e ad abituarsi a mantenere la testa al proprio posto secondo la coreografia in allenamento,

     
  • ciò anche quando si balla senza la coreografia precostituita ma durante i primi basilari allenamenti i quali, a maggior ragione, richiedono concentrazione sui movimenti e non distrazioni osservando gli specchi,

     
  • la testa deve aiutare a mantenere l’equilibrio della coppia, sia statico che dinamico durante il ballo; ruotare la testa per guardarsi negli specchi produce sbilanciamento, fa assumere alla coppia una posizione anomala e mortifica lo stile,

     
  • la testa, in sostanza, è una parte essenziale dello stile, del movimento complessivo del corpo, dell’espressività, del valore artistico della gestualità e non deve assolutamente scostarsi dagli obiettivi di una buona esecuzione ruotandola di qua o di là per guardarsi nello specchio,

     
  • infine, ma non ultimo per importanza, l’apprendimento, l’allenamento e le prove devono essere svolte per acquisire fluidità, per assumere un atteggiamento sicuro e corretto di ogni movimento, per ballare quindi con naturalezza e sicurezza; comportamenti gestuali che devono essere allenati rimanendo sempre in posizione, postura, sguardo e dinamica corretti altrimenti l’apprendimento viene meno.

 

Un suggerimento dettato dall’esperienza dei campioni

Risulta, tuttavia, molto importante che la coppia si renda conto dei propri errori e si renda consapevole che osservando i movimenti e le posizioni scorrette assunte, può essere di aiuto a migliorarsi.

A volte non è sufficiente ascoltare i consigli del maestro ma è più efficace rendersi conto di persona dei propri errori.

Per fare questo suggerisco di posizionare in un opportuno angolo della sala in cui ci si allena, una semplice camera di ripresa su un tre piedi all’altezza di circa 150 centimetri e riprendere automaticamente il proprio ballo durante l’esecuzione dal lato più lungo della sala e durante l’angolo che rientra nella visuale della telecamera. Poi, ovviamente, osservare la riproduzione criticamente.

Già alcuni maestri si sono attrezzati in tal senso con ottimi risultati anche di natura psicologica da parte degli allievi (rendersi conto dei propri errori) e la soddisfazione degli allievi degli stessi.

In molte scuole francesi l’impiego di questi accorgimenti è già in atto da oltre 30 anni.

E’ preciso dovere del maestro esigere dalla coppia il mantenere la testa in posizione sempre corretta e di correggere consigliare e suggerire ogni variazione e aggiustamento al riguardo. La coppia non deve mai scomporsi per osservarsi allo specchio. La coppia deve ascoltare i suggerimenti del maestro mentre balla.

 

 


Leggi: Tuttoballo

Rivista di tecnica cultura e comunicazione del

Ballo Agonistico e della Danza Sportiva

Clicca quì


 

 

La coppia deve allenarsi sempre in posizione perfetta (vedi foto quì sotto)!   Se si guarda attorno,  si scompone e non diventerà mai una coppia da podio.

Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1° piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)

45 anni - Per imparare/migliorare

Padova (PD)