Il mondo del ballo in Italia
13 giu 2012

A cura di
Angela Scipioni
I nuovi testi MIDAS e FIPD (le domande dei lettori e le risposte degli esperti).

 

 

 

 

Nella foto a fianco,

il Maestro Eugenio Solbiati (coautore del testo FIPD),
con la Maestra Prof.ssa  Angela Scipioni che ha fatto
la recensione  e il commento dell'opera.

 

 

 

 

 

 


 

Prima domanda (Ramona e Fabio - 08 giu 2012).

 

Gentile Maestra Scipioni, congratulazione per i Suoi articoli rigorosi, chiari e molto utili.

Siamo una coppia che balla i nazionali nella B1 e stavamo osservando i due testi e cioè quello del MIDAS e quello della FIPD per meglio comprendere quello che impariamo e proviamo a lezione.

 

A pagina 118 del testo MIDAS troviamo che il balancè del valzer lento si deve fare in una battuta con 4 movimenti; così come l’abbiamo imparato nella nostra scuola.  Le varianti alla figurazione non riportano modifiche a questa esecuzione.

 

A pagina 119 del testo della FIPD troviamo invece che il balancè può essere eseguito anche in due battute con 7 movimenti. Questa è una esecuzione totalmente diversa.

Secondo noi è migliore questa soluzione delle due battute ma alla nostra scuola vogliono che nel programma lasciamo quella con una battuta.

 

Ma in gara quale vale delle due? Se eseguo quella della FIPD su due battute, i giudici di gara di MIDAS segnano fuori programma? Non le pare ci sia un po’ di confusione?

Potrebbe spiegare questo equivoco? Come ci si deve comportare?

Grazie. Ramona e Fabio.

 

 

Risposta di Eugenio Solbiati

 

Nota di Angela Scipioni: per la risposta ho preferito affidare il commento a un autore del testo: il Maestro Eugenio Solbiati.

 

In competizione, è necessario danzare quello che viene riportato nei documenti FIDS.

Gli stessi, sono stati scritti quando il MIDAS era l'unica associazione dei maestri di ballo riconosciuta da FIDS (in quanto creata dalla stessa!) e quando le commissioni tecniche Federali erano composte dagli stessi maestri che hanno concorso alla scrittura del testo MIDAS.

La proposta FIPD, comprende tutte le figurazioni previste nel libro MIDAS ma, propone anche ulteriori modalità di esecuzione, ulteriori figurazioni (tratte non dalle danze standard ma dalle stesse figurazioni esistenti nelle danze nazionali, dividendo le stesse in modo da ampliarne le possibilità coreografiche) ma, le novità di cui stiamo parlando, saranno proposte ed analizzate dalla nuova Commissione Tecnica FIDS che sarà nominata dopo le ormai prossime elezioni del nuovo management FIDS.

In altre parole, i competitori, fino alla approvazione delle novità proposte nel nuovo libro FIPD, dovranno attenersi ai contenuti dei documenti FIDS.

Per questioni tecniche e per motivi di chiarezza, nel libro FIPD sono state omesse le seguenti figurazioni:

- Fleckerl a destra ( nel Valzer Viennese ),
- Incrocio progressivo laterale ( nel Valzer Lento ).

In conclusione, fanno testo le figurazioni FIDS eseguite secondo gli schemi pubblicati dalla FIDS sul sito FIDS.

 


 

Seconda domanda (Lorenza - 12 giu 2012).

 

Ciao Angela. Ballo nella senior 3 e ho sempre saputo da tanti anni che le inclinazioni sono molto importanti. Ho cambiato anche alcuni maestri ma tutti hanno sempre dato tantissima importanza alle inclinazioni.

Vuoi per estetica, vuoi per mantenere l'equilibrio, vuoi per evitare di sbordare all'esterno durante le rotazioni, vuoi per pura tecnica nella posizione di coppia durante i giri ma sta di fatto che sono importanti.

Sul libro della FIPD che tu hai fatto la recensione, ho visto che di nessuna figura mettono le inclinazioni. Ho trovato un cenno iniziale nel libro che dice che le inclinazioni le spiega il maestro. Ma grazie tanto, allora a cosa serve il libro? I segue e precede li spiega il maestro, le inclinazioni le spiega in maestro, le coreografie di ballo le dà il maestro. Per me e per ballare bene devo sapere e fare le inclinazioni poco o tanto come dovrebbe spiegare il libro. Mi domando e chiedo perchè non ci sono.

Le ho trovate perfino sul sito della FIDS nella parte dove spiega le figurazioni nuove ma sul libro della FIPD non ci sono. Su tutti gli altri libri che ci sono nella mia scuola sono spiegate per bene. Ti chiedo, Angela, di ragguagliarmi su questo fatto. Questo nuovo libro l'ho trovato nella saletta d'attesa della mia scuola. Grazie e aspetto una chiarificazione. Lorenza.

 

 

Risposta di Eugenio Solbiati

Nota di Angela Scipioni: per la risposta ho preferito affidare il commento a un autore del testo: il Maestro Eugenio Solbiati.

 

A pag. 32 del libro FIPD è stata inserita una spiegazione circa le varie tipologie di inclinazioni e, a pag. 43, è riportata la motivazione per cui abbiamo ritenuto meglio, trattare un argomento cosi delicato in maniera estesa come merita e non in modo "schematico" e stringato come riteniamo sia avvenuto fino ad oggi.

 

Per garantire questo, abbiamo rimandato l'approfondimento a future pubblicazioni (già in allestimento) nelle quali verranno appunto spiegati i segue ed i precede, alcuni esempi di coreografie, suggerimenti per la preparazione tecnica dei danzatori e tutte quelle azioni particolari (come lo sway, inclinazioni e lo swing etc. etc) che, se eseguite in maniera corretta, aiutano la costruzione e lo sviluppo di un buon ballo ma, se "abusate", "dimenticate" o usate in modo inadeguato, generano storture e perdita di equilibrio con il risultato di trasformare la danza in uno sforzo sovrumano senza mostrare l'armonia e la fluidità che invece dovrebbe contraddistinguerla.

 

In definitiva, piuttosto che scrivere tutto in maniera confusa e ingarbugliata in un solo grosso testo, la nostra scelta è stata quella di proporre  testi specifici snelli e di più agili dimensioni che hanno lo scopo di agevolare la lettura e la comprensione dei concetti di singoli temi contenuti appunto in appositi testi.

 

 

Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1° piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)

45 anni - Per imparare/migliorare

Padova (PD)