Il mondo del ballo in Italia
08 dic 2010

A cura di
Sauro Amboni
Il Maestro Ciro Liuzza nel suo Reportage sul corso dei 16 balli a Castellanza: 1^ Parte
 
 

Corso Istituzionale dei 16 balli

Nel rigore formativo che caratterizza la politica FIDS,

si è concluso il 7 dicembre in Lombardia l'iter

di MIDAS che ha abilitato i nuovi maestri nei 16 Balli

("Balli e Danze di Società")

Relatore Maestro Ciro Liuzza





Maestro Ciro Liuzza
 
 
 
 
PREMESSA

Nel prestigioso elegante e confortevole Palazzo dello Sport di Castellanza (VA), con otto ore di intenso Stage e con la rigorosa regia didattica dei Relatori Ufficiali MIDAS, si è svolto l'atto finale con la cerimonia della consegna dei Diplomi.

 
 
 
I PARTECIPANTI

Molti gli aspiranti maestri; hanno studiato, hanno frequentato corsi e si sono allenati per lungo tempo, hanno imparato i 16 Balli con le relative 80 Figurazioni, si sono sottoposti alla verifica teorica e pratica di idoneità innanzi al Formatore Abilitato e, infine, hanno partecipato al Corso-Stage intensivo per concludere il loro iter formativo e ricevere quindi il Diploma di Maestro in "BALLI E DANZE DI SOCIETA"'.

Lo stage è stato presentato dal Presidente Regionale MIDS Maestro Antonino Altomare.


Il Presidente Altomare introduce lo stage

 
 

LE AUTORITA’ GARANTI

Le autorità garanti per sorvegliare sul regolare svolgimento di attività dello Stage, sono stati i maestri Farinaccio e Amboni membri della GIUNTA ESECUTIVA MIDAS LOMBARDIA.

 
 
I RELATORI

Lo Stage ha toccato tutti i punti sia tecnici che culturali in senso ampio che caratterizzano il ruolo del Maestro di Ballo e Danza Sportiva e i Relatori Ufficiali sono stati:

Maestro Francesco Incandela (Presidente MIDAS/Liguria)

Maestro Carlo Barbera (Presidente MIDAS/Lazio)

Maestro Nicola Marco Farinaccio (della Giunta Esecutiva Lombardia)

Maestro Sauro Amboni (della Giunta Esecutiva Lombardia).


I partecipanti allo stage



 
 
ALCUNI SPUNTI DI RILIEVO

I partecipanti hanno avuto modo di confrontare e capire le maggiori differenze tra i vecchi testi e il nuovo testo e che ogni disciplina è in evoluzione. Per questo motivo è necessario il continuo aggiornamento professionale.

 

Le regole comportamentali hanno un peso considerevole nella vita di un individuo e soprattutto per un insegnante.

 

Un’ attenzione particolare è stata rivolta alle regole comportamentali del Maestro nella sua veste di educatore.

 

Particolare attenzione è stata ribadita alla tecnica elementare e introduttiva ai balli latini.

 

Si è precisato come sia importante insegnare correttamente i movimenti base descritti sul nuovo testo. In questo modo gli amatori imparano da subito l’impostazione correttamente.

 

Importanza è stata data all’uso dei termini tecnici e delle sigle ufficiali che saranno poi adottate da tutte le discipline sui nuovi testi in preparazione.

 

Grande risalto ed esortazione è stata ribadita all’importanza che ha l’osservanza del codice etico ed in particolare all’educazione, alla lealtà e alla correttezza professionale.

 

La posizione del corpo, durante i balli latini, è molto diversa rispetto al liscio. Le braccia, infatti, assumono una posizione più arrotondata e la coppia ha, nel complesso, una posizione più diritta, dove fianchi e gambe non oltrepassano le spalle. Il passo deve aprire la strada dopo di che si esegue la rotazione.

 

Nel Cha Cha, è stato ricordato la difficoltà che hanno i principianti ad iniziare a ballare musicalmente sul 2° movimento. E’ stato consigliato, a questo proposito, di far battere il PDx sul 1° movimento e poi partire sul 2° movimento in avanti. In questo modo risulta più semplice.

 

Occorre eseguire lo chassè laterale con piccoli passi, altrimenti, allargando troppo, si corre il rischio di saltellare e ballare fuori tempo.

 

Nel Samba si è raccomandato di mantenere le ginocchia leggermente molleggiate (Bounce). E’ un ballo veloce e per questo risulta difficile da apprendere. E’ utile insegnarlo poco alla volta.

 

Per le danze nazionali è stato ribadita l’importanza di utilizzare un testo base uguale per tutti onde evitare di creare confusione fra gli allievi. Attualmente in Lombardia lo usa la maggior parte dei Maestri.

 

Un ruolo importante del Maestro è quello di trasmettere agli allievi l’entusiasmo, la passione per imparare e il massimo divertimento.

 

I Relatori hanno dimostrato e spiegato le principali particolarità esecutive, sia didatticamente che con accompagnamento musicale, delle principali figurazione dei balli latini e dei balli nazionali col coinvolgimento in pista di tutti i partecipanti.

 

Infine sono stati consegnati i Diplomi ai neo-maestri nei 16 balli.

 
 
 
 
L’IMPORTANZA DEL CODICE ETICO
 

Un particolare rilievo è stato dato al comportamento etico-morale del Maestro di Ballo e a questo proposito elenco qui di seguito alcuni punti sviluppati dal Relatore Maestro Amboni nel corso dello stage.

Vedi 2^ parte del Reportage: clicca qui.

 

 

CONCLUSIONE Chi decide di stare nel mondo della "Danza Sportiva", con qualunque ruolo, deve aver fatto prima di tutto una scelta etica che lo impegna a dotarsi e a munirsi di tutti gli strumenti culturali, tecnici e morali necessari per riuscire in prima persona a svolgere il proprio ruolo sportivo in termini educativi per sè stesso, per gli altri e per la società in cui vive.

 
 
 
 
L’IMPORTANZA DELLA DIDATTICA PER UN BRAVO MAESTRO
 

Un grande rilievo è stato dato al metodo di insegnamento affinché il Maestro possa trasmettere agli allievi con efficacia, adeguatezza, coinvolgimento, passione e successo. A questo proposito elenco qui di seguito alcuni punti sviluppati dal Relatore Maestro Amboni nel corso dello stage.

 

Durante l’insegnamento, ha precisato il Maestro Sauro Amboni, sono necessari comportamenti e decisioni assolutamente non standard che ogni buon Maestro deve adottare ed assumere volta per volta a seconda delle esigenze del giorno, della lezione, del singolo momento, del numero di allievi in scuola, del loro livello, dell’età, ecc. Queste note sono quindi di carattere generale da selezionare e adattare in base alle circostanze. Esse sono dettate dall’esperienza di decenni di insegnamento in scuole di ogni tipo, ordine e grado.

Vedi 3^ parte del Reportage: clicca qui.


 
 
Un grande personaggio: Marlon Giuri




Il personaggio Maestro Marlon Giuri (a sx)
con a fianco i Relatori Ufficiali dello stage
Carlo Barbera e Sauro Amboni)
 

E’ entrato a far parte dell’Organizzazione FIDS/CONI mediante la partecipazione allo Stage e all’acquisizione del diploma nei 16 balli MIDAS un personaggio di grande rilievo: il Maestro Marlon Giuri. Ecco in sintesi il suo curriculum.

 

·       Marlon Giuri è milanese, nato nel 1953. Maestro di danza a tempo pieno dal 1974; figlio d’arte.


  • Si è diplomato nel 1975 presso la FIPD (Federazione Italiana Professionisti Danza), della quale è stato presidente dal 1987 al 1994.
  • Dal 1986 è titolare della scuola omonima di danza a Milano.
  • E’ stato presidente CIDS (Consiglio Italiano Danza Sportiva) dal 1988 al 1992.
  • Dal 1991 è membro dell’ISA (Istituto Superiore d’Arte dell’ Havana-Cuba).
  • Ospite di svariate trasmissioni RAI, MESIASET ecc., in qualità di danzatore o esperto di ballo.
  • E’ correlatore (con Sauro Amboni) della proposta di Legge Regionale per la disciplina dell’attività professionale di Maestro di Ballo.
  • Nel 1995 fonda la SIMD (Società Italiana dei Maestri di Danza) di cui è tuttora il presidente.
  • Iscritto all’Ordine Nazionale dei giornalisti dal 1985 ha scritto e pubblicato numerosi articoli e i seguenti libri:

-        Tecnica delle danze caraibiche (1993),

-        La storia dei balli (1995),

-        Il libro delle danze caraibiche (1998/2000).

  • Da oggi (7 dicembre 2010) è Tecnico FIDS/CONI e Maestro MIDAS.

 
 
Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)

50 anni - Per fare competizioni

Lecco (LC)