Il mondo del ballo in Italia
13 ott 2012

A cura di
Sauro Amboni
La lettera aperta del Prof. Gentili (presidente FIDS Marche).

 

 

 

 

 

Lettera aperta del Presidente uscente Luigi Gentili.

 

(nella foto a fianco il Prof. Gentili).

 

 

 

 

 

 


 

Carissimi tutti,

è doveroso da parte mia , in considerazione della mia scelta definitiva di non candidarmi  alla carica di Presidente Regionale della FIDS Marche alla prossima Assemblea Elettiva per il quadriennio olimpico 2013-2016, comunicarvi le motivazioni personali e generali che mi hanno  portato a tale decisone.

 

 Vi ricordo che sono Presidente Regionale dal 2001, quindi sono 12 anni! Se dovessi riconfermarmi ed essere rieletto arriverei alla soglia di 16 anni di Presidenza! La qual cosa in una associazione democratica, specie di questi tempi, suonerebbe per me, come una “ quasi dittatura”.

 

Il mio progetto come voi sapete era quello di andare al nazionale come consigliere e svolgere mansioni adatte alla mia lunga esperienza e professionalità raggiunta in tutto questo tempo da dirigente della FIDS e dirigente del CONI e di altre associazioni ; purtroppo non per colpa del sottoscritto , ma per errori e divisioni di altri questo non si è realizzato, pur avendo avuto l’” en plein “, nelle recenti votazioni del 14 luglio u.s.  a Roma dell’Assemblea Nazionale , con il sostegno totale di tutte e 35  ASA delle Marche e delle altre  145 da tutta Italia per un totale di 180 voti che non sono stati sufficienti.

 

Di ciò io sono orgoglioso e vi ringrazio tutti.

 

Per molti iscritti e per molte ASA sono stato un punto di riferimento per consigli , per consulenza, per informazioni con le mie mail, con la mia partecipazione a convegni , corsi,  meeting sulle normative fiscali e tributarie organizzati dalla FIDS o dal CONI.

 

Durante il periodo del Commissariamento ho svolto numerosi incarichi , non solo a livello regionale, ma anche a livello nazionale (sostituendo in parte  , nei miei compiti assegnati dal Commissario , la direzione nazionale  commissariata ) gestendo , in un momento particolare di difficoltà della Federazione, con successo e  professionalità tutte le prove nazionali  di Campionato Italiano svolte a Fabriano.

 

In contemporanea alle altre prove  gestite egregiamente  dal mio collega M.  De Santis pres. Dell’Umbria a Foligno.

 

Penso di aver  svolto il mio lavoro con impegno e dedizione, dedicando alla mia carica quasi tutto il mio tempo e rimanendo a disposizione di tutti  in orario normale di ufficio, e cercando di fare del mio meglio.

 

In questi anni della mia lunga carriera ho ottenuto grandi soddisfazioni e lodi, fino alla concessione da parte del Presidente nazionale del CONI dott. Gianni  Petrucci della medaglia di bronzo con motivazioni inerenti il mio impegno dirigenziale nella FIDS sia in Italia e soprattutto nelle Marche per oltre 15 anni. La più grande soddisfazione di aver avuto atleti di successo che mi hanno onorato , e con me tutta la FIDS, con i titoli raggiunti ( in molte discipline ) sia nei Campionati Assoluti e di Categoria che nelle gare mondiali.

 

Ho sempre cercato di gestire il territorio   e la organizzazione regionale con equilibrio “super partes “  , nel rispetto dei regolamenti  e della saggezza e sempre sono stato disponibile verso tutti.  

 

Nella lunga dirigenza di F. Galvagno , come nella dirigenza del Commissario ho sempre fatto il mio dovere e sempre ne ho ricevuto lodi ed attestati  di merito.

 

Con i colleghi presidenti regionali  ho sempre avuto un rapporto di correttezza e di collaborazione, so che per molti di essi questa mia scelta dispiacerà, ma la mia decisione è personale, libera ed irrevocabile e soprattutto ben meditata; una  cosa certa e veritiera non è dovuta ad alcuna pressione   o “ forzatura “ di qualsiasi genere; sul mio onore nessuno mi ha forzato , anzi le forzature o pressioni sono arrivate e moltissime dai miei colleghi, dalle ASA , dai tecnici e dagli atleti , dai consiglieri che mi spingevano a ricandidarmi.

 

E’ pur vero che legalmente sarebbe stata legittima la mia candidatura per il terzo mandato consentito in via eccezionale e secondo particolari condizioni dai regolamenti statutari e del CONI , ma per me questo non  sembra corretto da un punto di vista di alternanza e di democrazia. Oltre a ciò la motivazione personale e prioritaria della mia scelta  è che voglio dedicarmi a riprendere la mia attività professionale di perito tributario e fiscalista  di supporto per lo studio commerciale e di ufficio dello sport  di mia figlia e per le associazioni sportive dilettantistiche e non profit, specie in questo momento di controlli sistematici e verifiche fiscali  da parte delle Agenzie delle Entrate.

 

Dalla prima mia  elezione , nelle Marche , siamo passati da 13 ASA a 62; numerosi successi sono stati raggiunti, numerosi e riusciti sono stati gli eventi a cui la FIDS da me guidata e sempre con la collaborazione di tutti i miei consiglieri ha partecipato.

 

Il rapporto con il CONI è stato sempre costante, proficuo e propositivo, ho sempre collaborato con i Coni Provinciali e con il Coni regionale dove ho ricoperto anche la carica di componente di giunta.  Numerose sono state le iniziative fatte , in particolar modo, con il Coni di Macerata, con quello di Ascoli Piceno e con quello Regionale ; basti citare solo due eventi : le Olimpiadi Maceratesi, il Congresso Eucaristico con la venuta del Papa ad Ancona.

 

Penso di aver rappresentato la FIDS con onore in ogni occasione, in ogni evento ufficiale , in ogni manifestazione in cui la FIDS Marche ha partecipato.

 

Le mie scelte sono state sempre condivise dai miei collaboratori, con i quali ho avuto un rapporto di stima reciproca, di rispetto,  e anche di critica costruttiva costante.

 

Per questo è d’obbligo da parte mia ringraziare tutti i miei consiglieri regionali, tutti i presidenti provinciali del CONI, il Coni Regionale.

 

Un ringraziamento va ai miei colleghi presidenti regionali con i quali la collaborazione , come il confronto franco ed aperto è stato costante.

 

Sono certo che le ASA sappiano apprezzare i miei successori, in particolare il candidato alla Presidenza sig. Camilli Renato, persona stimata, preparata  e capace che , senza ombra di dubbio, potrà sostituirmi alla guida della FIDS Marche , a cui va tutta la mia stima e  gli auguri di successo ; durante gli ultimi anni della mia gestione il maestro Renato ha svolto la funzione di segretario e di collaboratore al mio fianco con dignità, umiltà e professionalità, dandomi un valido ed insostituibile aiuto ; per me è stato un amico sincero, esperto tecnico, a cui spesso ho chiesto consiglio e sempre è riuscito ad aiutarmi nei momenti difficili o nelle decisioni di grande impegno. Il mio invito a votarlo e ad aiutarlo nella sua futura gestione per le difficili prove a cui andrà incontro è doveroso ed ineludibile.

 

Tutto questo non vuol dire che lascio la FIDS, no, rimarrò iscritto, sarò disponibile e collaborerò, per quello che potrò fare ,  con tutti , per il rafforzamento della ns. Federazione e per la crescita nelle Marche sia in numeri che in successi; anzi sono disponibile a collaborare in eventuali commissioni o “ task force” di supporto fiscale per le ASA come chiestomi dal Presidente Federale  Christian Zamblera ( data la mia esperienza in campo tributario )  in diverse occasioni ; se tale proposta ,nelle forme che riterrà opportuno mi verrà richiesta , dichiaro fin d’ora la mia disponibilità senza pretesa alcuna .

 

Al giovane Presidente Federale Christian, con cui ho sempre avuto un rapporto di stima e di fiducia reciproca , auguro di  centrare l’obiettivo principale, secondo me, di essere il Presidente di tutti, sia di quelli che lo hanno appoggiato, sia di quelli che lo hanno avversato, come si conviene in ogni organismo democratico e che si avvalga, senza esclusioni, della collaborazione e del lavoro di tutti i tecnici e dirigenti e nella FIDS, che ne ho conosciuti tanti , onesti , bravi e preparati, per crescere  e rafforzare la ns. FSN ed evitare divisioni e diaspore e soprattutto rasserenare gli animi.

 

Voglio rimanere come un punto di riferimento verso tutti gli iscritti, verso le ASA  mettendo a disposizione la mia lunga esperienza di dirigente federale  e di tributarista, esperienza rafforzata anche dai numerosi convegni, stage e corsi a cui ho partecipato, spesso organizzati dalla FIDS o dal CONI.

 

Il mio obiettivo di arrivare al nazionale non  è stato raggiunto,  io ce l’ho messa tutta,  sarà per la prossima volta, se e quando ci sarà !

 

Vi saluto e ringrazio tutti augurando a tutti voi atleti, dirigenti, tecnici, colleghi ogni successo.

 

P.S. avrò anche più tempo da dedicare alle mie nipotine come nonno!!

Con affetto:  Luigi Prof. Gentili

Corridonia  li 13.10.2012

 

Cell. 348.9217241    mail     luigigentili1946@mail.com

Per alcune immagini di Luigi Gentili CLICCA QUI

Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

57 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)