Il mondo del ballo in Italia
23 mar 2012

A cura di
Sauro Amboni
La Lombardia e il declino del Country.

a cura della Prof.ssa Marcella Costato.

 

 

 

 

Nella foto a fianco la
Prof.ssa Marcella Costato
(Maestra Internazionale di Countr)


 

 

 

 


 

Le previsioni.

Si e' sentito dire, spesso, che il Country in Italia sarebbe stato in grado di riempire nuovamente i palazzetti, sempre più deserti, riavvicinando gli atleti e il pubblico alle competizioni. E che in Lombardia avrebbe occupato il primo posto.

In molti speravamo, dopo i recenti fatti tragici legati al mondo della danza sportiva italiana, di respirare un’aria diversa: più pulita e  di rinnovamento.

Ci auguravamo che questa disciplina sportiva, attraverso i suoi dirigenti e la loro gestione, fosse in grado di riportare una ventata di divertimento, professionalità e fiducia, messa a dura prova negli anni passati.

 

La realtà.

E’ passato del tempo e dopo tanto entusiasmo, speranze e promesse mai mantenute, la Lombardia si accinge ora a tracciare un bilancio negativo e ill country in Lombardia sta scomparendo e come per un essere in via d’estinzione, ne stiamo perdendo le tracce.

 

La situazione in Lombardia.

Nei palazzetti della Lombardia si è avvertito un lento e inesorabile allontanamento degli atleti dalle gare.

Maestri sempre più demotivati e avviliti da regolamenti in contrasto con le regole internazionali, hanno sperato per molto tempo, in una formazione che li rendesse capaci e professionalmente preparati.

Disaccordi tra scuole di diversa formazione, migrazioni di maestri da un’associazione a un'altra e lotte per l’egemonia, hanno aggravato la situazione, portando molte volte gli allievi al ritiro dalle gare o addirittura all’abbandono della  disciplina sportiva.

 

 

E invece nelle altre regioni?

Nel Veneto la situazione sembra diversa. Gli atleti che partecipano alle gare sono molti e il livello di preparazione atletica è, a nostro parere, superiore.

Si sono visti gruppi numerosi e felici di gareggiare, immersi in un clima di festa e sportività.

I regolamenti federali, per quanto riguarda tutte le Danze Sportive, country compreso, sono gli stessi in tutta Italia. Nel Veneto, però, abbiamo assistito a una maggior libertà gestuale nell’interpretazione delle danze stesse, a vantaggio di un ballo più bello. Come mai?

Ci chiediamo in molti che cosa stia succedendo e non nascondiamo il desidero, di aver quanto prima delle risposte.

 

Conclusioni.

Ci auguriamo anche che si prendano provvedimenti costruttivi, mettendo da parte rivalità, situazioni di “principio”, di privilegio o di casta, in favore unicamente dello SPORT e della Sportività.

Occorre decidere, e al più presto, se valga la pena salvare dall’estinzione questa bella disciplina!

 

 

Milano
venerdì 23 marzo 2012
Prof.ssa Marcella Costato

 

Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

57 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)

37 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)