Il mondo del ballo in Italia
04 ott 2010

A cura di
Sauro Amboni
La Maestra e Professoressa Marcella Costato coi corsi ai disabili nella scuola pubblica


FINALMENTE LA DANZA SPORTIVA A SCUOLA!
 

In un anno scolastico che si annuncia ricco di novità su tutti fronti,

           la scuola risponde con una proposta concreta e di elevato livello morale


(a cura della Maestra Prof.ssa Marcella Costato)



Marcella Costato

 


 
Presentazione

A cura di Sauro Amboni
 
 

La sensibilità e l’amore verso i più deboli, fanno della Prof.ssa Costato una Maestra di Ballo che onora la categoria e un pilastro per il sostegno di chi ha veramente bisogno.

 

E’ coi fatti concreti che la collega inizia un anno scolastico all’insegna di iniziative tangibili per il miglioramento di una società “distratta” dando esempio a tutti noi.


 
 


Premessa


La Danza Sportiva entra nella scuola con una proposta educativa da imitare e incoraggiare in favore di un sano sviluppo fisico e psicologico dei giovani studenti.

Nel cuore della Brianza, l’Istituto Comprensivo “A. Manzoni”, di Ornago/Burago Molgora (MB), ha inaugurato l’anno scolastico, nei primi giorni settembre, con un Mini corso di Danza Sportiva.



La Dirigente scolastica Giuseppina Mauri, ha dichiarato il suo entusiasmo nel promuovere il Progetto di accoglienza, che ha coinvolto circa 100 alunni delle classi prime, Scuola Secondaria di 1° grado.

Un team formato da docenti e educatori, ha preso accordi con l’insegnante di sostegno e Tecnico FIDS, Marcella Costato, affinché l’iniziativa potesse realizzarsi nel migliore dei modi.



Hanno, quindi, collaborato le professoresse: Giuliana Oliva, Adriana Risitano, Letizia Rubino, Marilena Saligari, Marianna Capasso, Cristina Brambillasca, Antonella Albore e Irma Mancuso.

Esse, insieme all’educatrice Elisa, sensibili al delicato momento di passaggio dei ragazzi dalla Scuola Primaria a quella Secondaria, si sono prodigate per motivare gli alunni ad un’esperienza così particolare e dal contenuto socializzante.


L’iniziativa, intesa come momento d’incontro tra ragazzi di provenienze diverse e differenti abilità, è stata sostenuta dal Diritto allo Studio, del Comune di Ornago.

Gli alunni invogliati dai docenti ad affrontare un ballo di coppia, spesso poco accettato da ragazzi di quest’età, hanno dimostrato di gradire il percorso di Danza Sportiva proposto dalla Maestra di Ballo





Scelta metodologica





Il “Cha cha cha”, danza che si annovera fra quelle Latino americane,è stata scelta per i movimenti relativamente semplici e il ritmo vivace e ben scandito.

I ragazzi, secondo i propri tempi d’apprendimento e livelli di partenza, hanno imparato a percepire il ritmo del ballo, riproducendone i movimenti più semplici, seguendo il tempo.

Al termine delle tre lezioni, gli alunni hanno eseguito una semplice coreografia, accompagnata da brani musicali, scelti fra i più noti.

Le insegnanti, incuriosite e interessate, hanno ballato in coppia con gli allievi contribuendo, con il loro esempio, alla buona riuscita del progetto.

Le finalità del percorso affrontato, oltre l’aspetto ludico e ricreativo, ne hanno posti in evidenza molti altri.

Al termine delle lezioni teorico pratico è stato distribuito una dispensa didattica con alcuni cenni sulla storia della danza presentata, le regole di partenza, le caratteristiche del ballo e le schede tecniche semplificate delle figurazioni apprese.

 

Danza come momento formativo


Sullo sfondo la Maestra Costato durante le lezioni


Primo fra tutti quello della socialità.

Collaborare con l’altro, in termini di aiuto e sostegno reciproco, fa crescere e diventare individui completi.

Gandhi diceva che leggere e scrivere è solamente una delle capacità che formano un uomo: la conoscenza delle lettere, perciò, è solo uno dei mezzi dell’educazione.

Educazione significa anche imparare correttamente a usare tutti gli organi sensoriali, inclusa la mente.

Per questo motivo la Scuola si pone, attraverso le attività offerte, come un valore da salvaguardare che offre contenuti importanti.

Nella Danza, gli obiettivi di coordinazione, ascolto di se stessi e degli altri, collaborazione per il raggiungimento di un obiettivo comune, hanno costituito ricchi momenti formativi.

I giovani studenti con l’approccio alla Danza Sportiva hanno, inoltre, avuto l’occasione di avvicinarsi a una forma d’arte che al pari della musica, della pittura o della poesia elevano lo spirito dell’uomo rallegrandone la vita.

Ci auguriamo, quindi, che la bella iniziativa possa essere d’esempio e incoraggiare altri Istituti a proporre l’attività di Danza Sportiva, all’interno della loro offerta formativa.


Ci auguriamo, quindi, che la bella iniziativa possa essere d’esempio e incoraggiare altri Istituti a proporre l’attività di Danza Sportiva, all’interno della loro offerta formativa.


 

Prof.ssa Marcella Costato
Maestra di Ballo
Tecnico FIDS/CONI



Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

57 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)

37 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)