Il mondo del ballo in Italia
01 giu 2009

A cura di
Sauro Amboni
La Maestra Marcella Costato presenta il Reportage sul Congresso dei 16 balli a Milano.
 
 
Corso Istituzionale dei 16 balli.

Nel rigore formativo della politica FIDS,

si è concluso il 23 maggio l'iter di MIDAS che

ha abilitato 50 maestri nella nuova Disciplina

"Balli e Danze di Società"

 

(Inviato Speciale Maestra Marcella Costato)

 



Maestra Marcella Costato


 

Il 23 maggio 2009 presso il “ Dance Dance Dance” Club, di Trezzano s/n, si è svolto il Congresso per i nuovi Maestri nella Disciplina “Balli e Danze di Società”.

 
 

L’elegante e confortevole sala del Dance Dance Dance alla periferia di Milano, ha visto la partecipazione di circa 50 aspiranti maestri di ballo nella specialità Balli e Danze di Società.

 

La giornata, di alto valore formativo, è stata introdotta dal Vice Presidente MIDAS Nazionale Antonio Contessa, vice presidente Midas.

 

Egli ha dichiarato l’impegno, che l’associazione MIDAS si è assunto, di formare i nuovi maestri. A tale scopo saranno attivati, quanto prima, stages di formazione e aggiornamento periodici.





Maestro Tonino Altomare

 

Il presidente Midas/Lombardia, Maestro Tonino Altomare, ha presentato i relatori ufficiali intervenuti:

 

·        Il Maestro Sauro Amboni,

·        La Maestra Ortensia Fiani

·        Il Maestro Diego Curnis

 
 

Il Maestro Altomare ha commentato ai partecipanti la “mission” del corso:

Formare maestri in grado d’insegnare, anche nei corsi collettivi, le regole di base corrette e condivise da tutto il mondo del ballo.

A tale proposito è nato il testo “ Balli e Danze di Società” della FIDS.

Uno strumento utile, agile e di facile lettura anche per chi si avvicina per la prima volta all’insegnamento.

 
 


 
Maestra Pino Tea
(Segretario MIDAS Lombardia)




Maestro Sauro Amboni

Il Maestro Sauro Amboni, ha portato la sua esperienza pluriennale di docente e formatore, trattando gli aspetti tecnici, deontologici e metodologici che dovrebbe conoscere e saper affrontare ogni insegnante di ballo.

 

1.     I partecipanti hanno avuto modo di confrontare e capire le maggiori differenze di sigle e significati, tra i vecchi testi e il nuovo testo di “Balli e Danze di Società”. E’ stato precisato che ogni disciplina è in evoluzione. Per questo motivo è necessario il continuo aggiornamento professionale.

2.     Le regole comportamentali, che hanno un peso considerevole nella formazione di un individuo, sono state poste in evidenza e considerate parte integrante della professionalità di un Maestro di Ballo. All’interno del codice etico di un “vero” Maestro devono prevalere l’educazione, la lealtà e la correttezza sportiva.

3.     Un’ attenzione particolare è stata dedicata all’aspetto metodologico e didattico: bagaglio fondamentale di ogni educatore.

In appendice a questa Reportage riportiamo le tre relazioni integrali del Maestro Amboni.

 
 
Maestra Ortensia Fiani

La maestra Ortensia Fiani, in seguito, ha illustrato e dimostrato, con l’aiuto di Eleonora Scandiffio, i movimenti dei balli latini.

Ha tenuto a precisare come sia importante d’ora in poi, insegnare correttamente i movimenti base, del nuovo testo, nei corsi collettivi.

In questo modo gli amatori che giungono ai corsi avanzati si rivelano già impostati correttamente.

 

La maestra ha precisato che:

La posizione del corpo, durante i balli latini, è molto diversa rispetto al liscio. Le braccia, infatti, assumono una posizione più arrotondata e la coppia ha, nel complesso, una posizione più diritta, dove fianchi e gambe non oltrepassano le spalle. Il passo deve aprire la strada dopo di che si effettua la rotazione.

Nel Cha Cha, ha ricordato la difficoltà che hanno i principianti ad iniziare a ballare musicalmente sul 2° movimento.

Ha consigliato, a questo proposito, di far battere il PDx sul 1° movimento e poi partire sul 2° movimento in avanti. In questo modo risulta più semplice.

Occorre eseguire lo chasse laterale con piccoli passi, altrimenti, allargando troppo, si corre il rischio di saltellare e ballare fuori tempo.

Nel Samba si è raccomandato di mantenere le ginocchia leggermente molleggiate (Bounce). E’ un ballo veloce e per questo risulta difficile da apprendere. E’ utile insegnarlo poco alla volta.

Secondo la maestra Fiani, il movimento Volta è molto complesso ed è difficile apprenderlo in un corso collettivo.

N.B. E’ interessante notare come nelle danze latino americane, a differenza delle altre, si rispetti il discorso di coppia secondo il quale il cavaliere avanza verso la dama per mantenere sempre una giusta distanza da lei.

 
 
Maestro Diego Curnis

Il Maestro Diego Curnis, parlando di Danze Nazionali, ha rimarcato l’importanza di poter utilizzare un testo base uguale per tutti. Attualmente in Lombardia lo usa la maggior parte dei Maestri.

La coppia di campioni Cristiano Bezzon e Laura Pontiggia, hanno dimostrato le figure dei balli nazionali. Sono stati presentati programmi adatti alle categorie amatoriali C1e C2.

 
 
 
Maestro Tonino Altomare

Il Maestro Tonino Altomare ha inoltre precisato, parlando del nuovo testo, come esso si possa definire un testo di livello iniziale (entry level), nato per le coppie della classe amatoriale. Esse, infatti, hanno bisogno di crescere attraverso un metodo semplice.

Il motivo conduttore(leit motive) del testo è legato alle camminate: in questo modo la coppia inizia a muoversi.

I pluricampioni italiani Mimmo Simeoni e Francesca Mastrilli hanno dimostrato i movimenti di Tango, Foxtrot e Polka.

Insolita l’idea di proporre l’incrocio del piede nel giro a Sx della Mazurka e nel Tango.

Questa scelta tecnica è legata ad un discorso metodologico per arrivare più avanti all’apprendimento del Valzer Viennese.

Si è suggerito, inoltre, di studiare Tango e Fox assieme perché ciò aiuta ad acquisire meglio i movimenti.

La difficoltà del movimento saltato nella Polka viene superata con lo studio preparatorio della camminata e dei movimenti saltellati.

 

N.B. Siricorda come sia importante danzare su buone musiche. Per il tango, che risulta un ballo fra i più complessi, è favorevole utilizzare brani musicali in cui sia scandita la rullatura.

 
 
 

Maestri Roberto Orru e  Juliano Orsola

Maestri Roberto Orru e Orsola Iuliani

Inoltre, la Maestra Fiani, coi Maestri Roberto Orru e Orsola Iuliani, pluricampioni italiani ed europei, hanno trattato il Tango Argentino. Sono stati dati consigli tecnici sui movimenti e sulla posizione del corpo, specificando come l’interpretazione soggettiva sia la caratteristica di questa danza.

I movimenti sono stati dimostrati dai campioni ed esercitati da tutti i partecipanti.

Al termine i Maestri si sono esibiti in una performance di alto livello artistico.
 
 

Per le Danze Caraibiche, Pietro Ficus ed Elisabeth Marcolombo hanno illustrato con la Maestra Fiani  i movimenti di Merengue, Salsa, Bachata e Mambo.

L’azione del movimento del corpo delle danze caraibiche è completamente diversa rispetto a quella delle danze latino americane.

 

N.B. L’azione (cuba motion action) arriva, quindi, dalle ginocchia anziché dal bacino, con un movimento di carico-scarico.

 

La maestra Fiani consiglia, con i principianti, di utilizzare in un primo momento, solamente il termine Salsa. In un secondo tempo è possibile introdurre il nome e lo stile di appartenenza dei vari movimenti: cubano, portoricano o New York Style. Questo per evitare di ingenerare confusioni.

La Fiani ha anche suggerito che è meglio non spiegare il movimento dell’anca nella Bachata, perché nei corsi collettivi non lo sanno fare e fanno movimenti ridicoli.

 
 
 

Maestra Francesca Montaldo

Al termine la Maestra Francesca Montaldo ha presentato e dimostrato una serie di Balli di Gruppo, chiudendo in un clima di allegria e vivacità la giornata ricca d’emozioni.

 
 

Al Maestro Amboni è spettata la frase di commiato con la quale ha salutato i nuovi colleghi augurando a tutti di raggiungere il massimo dei risultati attraverso il nobile divertimento del ballo, l’entusiasmo e la passione.

 
 


Appendice 1: nuovi termini tecnici e confronti (clicca qui N.154).

Appendice 2: regole comportamentali (clicca qui N.154).

Appendice 3: aspetti didattici (clicca qui N. 154).

Servizio fotografico:  (clicca qui N. 154).


 
Maestra Marcella Costato



 
Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

37 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)