Il mondo del ballo in Italia
04 lug 2009

A cura di
Sauro Amboni
La Maestra Silvana Ravini con un prestigioso saggio sulla Danzaterapia
 
 
Le qualità benefiche della danza
FLAMENCOTERAPIA

Saggio della Maestra Silvana Ravini

 
PRIMA PARTE
 
 

 Maestra Silvana Ravini
 
 

La Danza è una “ricetta” del Medico!

La danza aiuta a rendere tutti più belli perché armonizza i movimenti e aggiusta la postura, non solo, la danza ha uno straordinario influsso positivo nella mente.

Consideriamo la danza amatoriale: migliaia di ballerini appassionati e felici che pensano al ballo come ad un grande piacere, un’ora dedicata al movimento aerobico, all’aggregazione, a loro stessi.

Questi ballerini non hanno la tensione e l’accanimento delle preparazioni pre-gara, ma hanno sempre un appuntamento d’incontro e divertimento con la loro passione: il ballo. Sia chiaro che, pur con questo stato d’animo, l’impegno nella danza amatoriale è serio e costante, la responsabilità e l’attenzione ci sono sempre perché c’è la passione e il rispetto del ballo.

 



Quando si balla ci si rasserena, non si mangia, non si fuma e si parla molto, molto meno.

Quando si balla ci si concentra, la mente è sul ritmo, sulle parole della canzone che si sta ballando, su chi ci sta intorno e sull’insegnante.

La danza è una ricreazione per il cervello, aiuta ad avere movimenti consapevoli, più elegante e coordinati, aiuta a vincere la timidezza, a relazionarsi con gli altri, a comunicare nel gruppo. La danza è un toccasana.

Quante persone si iscrivono a dei corsi di ballo per fare movimento, che non sia la solita palestra, e per, dai diciamolo, per trovare la fidanzata, e vengono coinvolti dal ballo appassionandosi seriamente e traendone grandi benefici.

A volte, invece è il medico che consiglia la danza perché i movimenti sono dolci, aerobici e sincroni; perciò si sviluppano alla pari i due emisferi del cervello.

Consideriamo la piacevolezza della danza amatoriale, pensiamo soltanto a come volano le ore quando si danza; perché diminuiscono le preoccupazioni, si pensa a ballare, al partner o al gruppo e si lasciano i cattivi pensieri fuori dalla porta della sala da ballo. Perciò parliamo sicuramente di danza terapia.

 
 

 

Flamenco e riflessologia plantare

Si è parlato di flamenco terapia già nel 2003 nella conferenza di medicina alternativa tenutasi a Lubecca. Il flamenco, oltre ad avere tutte le buone caratteristiche salutari, ha la peculiarità di usare molto i piedi; in tutte le sue parti: tallone, avampiede, punta, l’intera pianta del piede, e anche il lato esterno del piede. Percuotendo il suolo con i piedi calzati, nel caratteristico zapateo, si ha lo scopo di cambiare sonorità se si batte il tacco o tutta la pianta del piede ma anche di stimolare tutti i punti della riflessologia plantare. La percussione dei piedi al suolo è tipica delle danze popolari per tenere il ritmo, nel flamenco si fa musica con il suono che si produce con le scarpe. Lo zapateo, dallo spagnolo zapato: scarpa, è un retaggio indiano, i gitani esuli da una zona a nord del Rajasthan, hanno portato con loro usi e costumi originari dei Kathaka: musici e cantori. Le loro danze hanno matrici nel kathak, originariamente danza popolare che si è evoluta in una delle danze classiche indiane, dove si percuotono i piedi nudi a terra creando musica e facendo vibrare i sonagli delle pesanti cavigliere.

Ballando il flamenco si sono riscontrati piacevoli benefici per numerose ragioni e non per ultima la stimolazione di tutti i punti della riflessologia plantare collegata al calpestio continuo dei piedi. Come si sa anche dall’agopuntura, ad ogni piccolo punto corrisponde una parte del corpo e la relativa sollecitazione procura un senso di piacevolezza e benessere, influendo nella positività psico-fisica.

 
 
 
La maestosità della Maestra  e  coreografa Silvana Ravini
(l'artista è anche autrice di un recente  libro  sul Flamenco)



Flamenco come danzaterapia

La danzaterapia è considerata una forza positiva per la salute fisica ed emozionale. Viene definita come concezione di trattamento specifico di patologie psichiche e fisiche alla ricerca del benessere e del progresso personale dell’individuo.

La danza terapia è riconosciuta da professionisti che operano nell’ambito medico. La danzaterapia è impiegata nelle riabilitazioni e nelle prevenzioni di persone con disagi nel campo sociale o educativo. Usando il movimento in danza si aiuta a rafforzare il valore di comunicazione, emotività, cognizione, creatività, sensibilità. Per me il linguaggio del corpo in movimento è una importante chiave, anzi è LA chiave di lettura dell’individuo. Con la danza terapia si possono aiutare malesseri e fastidi personalizzando un programma di movimenti che offrano sicuri effetti positivi e riabilitativi nella psiche. Muoversi a ritmo di musica potrebbe, in alcuni casi, essere terapia sostitutiva di sedute dallo psicologo.

Ampio servizio fotografico alla pagina: clicca quì.

 
 

Maestra Silvana Ravini

Treviso, 5 luglio 2009

 
 
Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

57 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)

37 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)