Il mondo del ballo in Italia
25 mag 2011

A cura di
Angela Scipioni
La mia Coreografia di Tango: 1^ parte.

Coreografia di Tango - in 4/4

(se in 2/4 modificare le colonne Bar e Progressivo)



Maestra Angela Scipioni
(sullo sfondo affreschi nelle ville venete)


Questa è la mia attuale coreografia di Tango ed è costituita da quattro parti, una per ogni frase musicale.

Cioè tale che ogni frase musicale ha la propria parte di coreografia  differente e la coreografia globale si ripete dopo la quarta frase.

E' però possibile, per impararla, allenarla e saperla ballare, considerare ogni parte separata dalle altre e legare poi le quattro parti solo alla fine dopo avere appreso tutte e quattro le parti.

La costruzione è stata studiata appunto per poter ballare e ripetere una qualsiasi parte autonomamente e  ballare le quattro parti in sequenza globale.

Di solito i programmi di ballo (coreografie) si preparano adatti ad una sola frase musicale di 16 battute e si ripetono sempre con la stessa coreografia ad ogni frase.

Ma per una affascinante, bellissima e  attraente rappresentazione è consigliabile dare originalità gestuale con una coreografia dinamica a più ampio respiro e meno statica.
Ho visto alcune interpretazioni di questo tipo (a coreografia multipla) ad alcune gare, campionati e soprattutto  esibizioni di professionisti sia in questi ultimi anni che 10 e 20 anni orsono.

Presento quì la prima parte, mentre le altre tre nei prossimi tre articoli.






 
N
Figurazione
Timing
Beat
Bar
Progr.
Note
1
Apertura link
QQ
2
0,5
0,5

Con decisione e rapida rotazione delle teste. Gambe flesse. Posizione compatta e senza oscillare.

2
Whisk in PP
QQ S
4
1
1,5

Terminare in normale PP

3
PP aperta

S QQS

6
1,5
3

Terminata in diagonale centro o Ldb
Vedi nota A.

4
Giro a Sx ap. (con Twist di PSx per la alla dama e terminare in PP)

QQS QQ(S&)

8
2
5

Al 3° movimento i corpi non devono cadere ma rimanere in posizione. Attenzione al movimento finale della dama (&) e ai movimenti delle teste che devono essere decisi, puliti, simultanei e a tempo.

5
PP chiusa

S QQS

6
1,5
6,5

Con maggior rotazione finale.
Vedi nota A.

6
Back Cortè

S QQS

6
1,5
8

Con finale aperta. Fine semifrase.

7
Link progr.
QQ
2
0,5
8,5

Con decisione e rapida rotazione delle teste. Gambe flesse e rilassate.
Posizione compatta e senza oscillare.

8
Giro twist

S QQS QQ

8
2
10,5

Il 3° movimento è fra i piedi dell’uomo. Attenzione alla rotazione che deve iniziare già con decisione sul 4° movimento. Sul 4° la dama deve prepararsi all’EP. Vedi nota C.

9
Giro naturale
in PP
S QQ QQ S
8
2
12,5

Attenzione all’equilibrio.
(Vedi nota A e nota B)

10
PP aperta

S QQS

6
1,5
14

In diagonale centro (o Ldb).
Vedi nota A.

11
Link progr.
QQ
2
0,5
14,5

FDgC. Con decisione e rapida rotazione delle teste. Gambe flesse. Posizione compatta e senza oscillare.

12
PP aperta
S QQS
6
1,5
16

In Ldb. Vedi nota A.

 

Iniziare da 1

=
 
=
=

Con rotazione per
allineamento in Ldb

 

Alla ripetizione della coreografia, si può, come alternativa, eseguire la sequenza N. 9 con una sola rotazione (timing SQQS) terminata in diagonale parete con presa chiusa e sostituire la sequenza N. 10 con calcetto a ritmo “SS SS” per poi terminare col QQ del Link del N.12.

 

Nota A): il 1° passo (T) deve essere lungo col piede rasente il pavimento e con una leggera pressione ”dosata” in modo tale da aiutare a mantenere l’equilibrio del corpo; la gamba di appoggio dovrà essere ben flessa (destra per l’uomo e sinistra per la dama); sempre il 1° passo è col corpo che muove prima della gamba e con la gamba destra (dama sinistra) flessa che spinge in avanti il corpo; il 1° passo è coi fianchi uniti e compatti e con la parte alta dei corpi staccata.

Nota B): attenzione che il 2° passo è in accentuata adduzione con torsione [ex (P)MCC] per l’uomo e solo in adduzione (ex PMCC) senza torsione per la dama; attenzione che il 3° e il 5° passo devono essere decisi, lunghi per la dama (corti per l’uomo) con le gambe ben flesse, in rotazione continua e decisa. Attenzione all’equilibrio durante i 4 QQQQ nelle rotazioni.

 

Nota C): è molto importante la decisa torsione del corpo (ex MCC) per la dama ai passi 3 e 5. Attenzione che la dama ha il sesto passo in PnT. Non oscillare.

 

Nota D: variante; dopo l’1 può seguire direttamente il 3, ma col 4 eseguito normalmente e seguito da QQS del passo argentino laterale terminato col piede sinistro (destro dama) senza peso in PP. E il 4 diventa QQS QQS QQS terminato in PP.

 

Angela Scipioni
Boario Terme
26 maggio 2011




Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

37 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)