Il mondo del ballo in Italia
06 feb 2013

A cura di
Sauro Amboni
La prima tappa di coppa Italia di LU, BS e LT. Una delusione.

 

 

 

 

 

 

Reportage a cura del
Maestro Giacomo Arcari
(foto a fianco).

 

 

 

 

 

 


 

Premessa.

Una delusione. Sabato 2 e domenica 3 febbraio presso il Palazzetto dello Sport di Treviglio ( c.d. Palafacchetti) si è svolta la gara valevole come prima tappa della Coppa Italia LU-BS-LT FIDS categoria amatori, che ha visto la partecipazione di circa 400 coppie di atleti  provenienti da tutta la Lombardia.

Attesa replica delle danze, sempre a Treviglio, il  17.02 p.v. con la seconda tappa del Campionato Regionale ed il 10.03 con la finale del Campionato Regionale.

Vedere una gara di ballo è sempre un bel passatempo. Inoltre, volevo vedere alcune coppie di miei simpatici amici come se la cavavano e fare loro alcune foto.

Ecco allora una sintesi obiettiva, ma molto succinta, dei principali avvenimenti della manifestazione.

 

 

La struttura

Il palazzetto è grande, molto capiente, con ampio parcheggio. Impatto architettonico degno dell’evento L’arredo interno buono, abbastanza bello anche l’allestimento.

 

 

La pista

Pista ampia ma non in parquet.

 

 

La partecipazione

Abbastanza buona, con oltre 400 coppie. Molti Senior, scarsa nei giovani e giovanissimi. Buona anche nel Tradizionale.

 

L’organizzazione

Solito assembramento e calca dietro alle transenne che creavano disordine e impedivano la visuale. Un fatto questo che è contrario ad ogni regola di buon senso e di buona organizzazione.

L’educazione bergamasca non eccelle mai.

 

 

Le incompatibilità e i conflitti di interesse fra i giudici

Non ne voglio parlare perché come prima cosa io non conosco bene le eventuali combine e poi dai vicini sugli spalti ne ho sentite di tutti i colori e non voglio fare commenti.

 

 

Le musiche e l’acustica

E poi, l’acustica era scarsa e in alcuni momenti pessima.

Quindi, ha fatto da contraltare un’acustica decisamente di scarsa qualità (diciamo “assordante”) ed una coreografia musicale piuttosto spoglia e sottotono per un evento danzante.

In sostanza, l’acustica è stata una nota dolente.

 

 

L’allestimento

Come ho detto più sopra, l’allestimento era elegante.

 

 

La tecnica

Mi è parso di rilevare una palese disomogeneità di qualità, sia nell’esecuzione tecnica che nella ricerca della qualità di performance.

Va comunque dato merito di grande impegno a tutti i partecipanti, espressione di una gioiosa cultura della danza che traspariva su ogni singolo volto degli atleti.

Meno male che ci sono gli atleti che si impegnano e amano il ballo!

 

 

Giudizi di Gara

Si commentano da soli  osservando alcuni Skating  eclatanti che ho inserito nella Relazione completa (clicca qui).

Ma di queste discordanze ne ho viste più del 90%. Nel rapporto completo (clicca qui) che ho pubblicato sulla Rivista Tuttoballo (clicca qui),  riporto solo alcuni stralci da finali con in contemporanea gli 1 coi 5 o coi 6 e i 7.

Non entro in merito agli eventuali collegamenti dei clan e delle combine. Peggio di così non ne ho mai visti. A voi il giudizio. Io non amo le polemiche.

 

 

 

Per il Rapporto completo vedi la rivista Tuttoballo: clicca qui.

 

Maestro Giacomo Arcari

 

 

 

 

 

 

Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

57 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)