Il mondo del ballo in Italia
14 mar 2007

A cura di
Rosario Rosito
LE RAGIONI DELL’ARTE
'Scelse un posto talmente lontano e talmente isolato, che neanche Costanzo-DeFilippi avevano mai raggiunto coi loro programmi. Tutti si dichiararono pronti a mettersi alla ricerca della Grande Scomparsa, ma nessuno sapeva da dove cominciare a cercare. Qualcuno provava a promozionare dei bei libri, nella segreta speranza che Essa si palesasse di nuovo, desse qualche segnale di risveglio, ma non accadeva niente. Qualche altro aggiustava il palinsesto televisivo, sforzandosi di non copiare troppo la TV rivale, ma niente, l’Arte proprio non ne voleva sapere di venire fuori. Persino fratello BALLO si sforzò di apparire più artistico, ma era troppo pasticcione e si confondeva continuamente tra agonismo, regolamenti e professionismo. Ci fu un’interrogazione Parlamentare, e tutti i Ministri concordarono che bisognava stanare l’ARTE dal suo nascondiglio segreto, e proteggerla con delle adeguate leggi, ed incoraggiarla con delle strepitose iniziative; ma, ahimè, con le PAROLE non si riuscì in alcun modo a addivenire a qualche risultato, la qual cosa disorientò ed imbarazzò non poco i Politici che, proprio a PAROLE, avevano sempre ottenuto degli ottimi risultati!
Scesero in campo molte star della CANZONE, proponendosi in concerti di beneficenza, ripresi e trasmessi nell’etere da tutte le tv, suscitando l’entusiasmo dei FANS…. ma dell’Arte neanche l’ombra!
Si continuò a cercare negli Spettacoli, nelle Fiere, nei Palinsesti, nelle Canzoni, nei Convegni, nelle Gare, nel Campionato di Calcio, nei Cinema, nei Centri Commerciali, insomma in tutti i posti dove la PUBBLICITÀ e la COMUNICAZIONE continuavano inesauste a suggerire, senza alcun risultato apprezzabile.
Un bel giorno, quando anche i più inguaribili ottimisti si erano rassegnati all’Oscurantismo Artistico, accadde l’imprevedibile. In un infimo Teatro di periferia, una bistrattata compagnia di Attori, durante una squallida, ennesima, replica di fronte ad una platea semideserta, vide sorella ARTE fare capolino tra le scalcinate tavole del Palcoscenico; contemporaneamente, durante una gara di Ballo che si svolgeva nel solito palazzetto di provincia col tetto che non riusciva a trattenere del tutto la pioggia, una Coppia, esibendosi, sembrò, per alcuni lunghissimi secondi, alzarsi dal parquet, come lievitando, avvolta da un' abbagliante luce, plastica ed ipnotica nei movimenti, insomma l’Armonia fatta Coppia; e tutti gli spettatori si levarono in piedi, applaudendo all’ARTE, dimenticandosi, e questa è forse la cosa più incredibile, persino della gara in atto. In quello stesso giorno ci furono altri avvistamenti, tra le Parole di una Canzone, in alcune pagine di un Libro, su una Tela appena dipinta…persino, pensate un po’, in uno schetch cabarettistico in TV!!! Tutta l’Umanità si sentì pervasa da un'insolita, piacevole eccitazione, non si sa fino a che punto consapevole che, la scomparsa dell’Arte, avrebbe, prima o poi, generato anche la scomparsa dell’UOMO stesso.
Rosario Rosito, 16 febbraio 2005.
Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1° piano

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

57 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)

37 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)