Il mondo del ballo in Italia
21 gen 2008

A cura di
Rosario Rosito
NA CAPA TANTA!
Ahimè, il fenomeno è ben lontano dall’esaurire gli effetti dei miraggi ed i relativi “bollori” degli imperterriti aspiranti “dirigenti con un bel guadagno facile assicurato”.
Molti, troppi per essere un fenomeno decente, si sono buttati a pesce dall’Anmb alla Fids, ancora storditi dai “favolosi anni 90”, nei quali, per la verità, qualche soldino (ma neanche tanti…) è girato. Intendiamoci, anche negli anni ’90, nessuno s’è realmente arricchito. S’è vivacchiato, via.
Ecco fiorire i doppioni dei doppioni di qualunque organizzazione esistente in ambito, soprattutto, della danza sportiva. Esistevano 3 (tre!) Associazioni di Maestri? Non bastavano, meglio organizzare la quarta, la quinta, la sesta, e così via. Esistevano già organizzazioni internazionali, federazioni di ogni specie (e relativi testi, libri e tutto quello che serve)? Non bastavano, meglio farne altre quattro o cinque nuove di zecca (sich!).
Il risultato di tanto prodigarsi a creare enti ed organizzazioni e sotto gli occhi di tutti. Eserciti di dirigenti senza portafoglio (e meno male!) a capo di sparute coppiette di spaesati competitori o dei loro irretiti, salassati e sempre più incupiti maestri. Organizzazioni capillari (almeno a sentire le auto sponsorizzazioni) per regioni, province e comuni, per quattro gatti, sempre meno e sempre meno convinti. Capoccioni senza corpo, baracconi vuoti o, se preferite, giganti dai piedi d’argilla.
Il fenomeno è preoccupante, oltreché ridicolo, perché dimostra quanto sia radicata, in noi italiani, l’idea di poter guadagnare vendendo fumo, impapocchiando e, in definitiva, infinocchiando il prossimo. Nessuna persona normale di un paese normale avrebbe osato tanto. Autoproclamarsi, farsi gli esami, promuoversi, riciclarsi furtivamente, sponsorizzarsi in ogni dove senza minimamente preoccuparsi di controllare “la base”, l’utenza alla quale ci si rivolge, le competenze specifiche del settore, l’andamento del mercato, le previsioni a breve, medio e lungo termine. Nossignori, qui si fa diversamente che altrove: per prima cosa si cerca “la poltrona” da cui pontificare e sperare che, una serie vasta (ma veramente vasta, o, per meglio dire, sconfinata) di circostanze, vadano per il verso sperato. Nel frattempo, domenica scorsa in Campania, uno strombazzato “Campionato Provinciale Agonistico” ha registrato più dirigenti, giudici e personale addetto che atleti!
A noi altri “non dirigenti” (siamo diventati una minoranza…), oltre ad osservare la tenace ridondanza di sedicenti organizzazioni formate solo da un’enorme capoccia e nessun corpo, ci tocca pure leggere ed ascoltare le interminabili ed insopportabili propagande, ritrovandoci, veramente con “’NA CAPA TANTA” di chiacchiere fastidiose. Abbiate pietà!!
Rosario Rosito, 21 gennaio 2008
Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)

45 anni - Per imparare/migliorare

Padova (PD)