Il mondo del ballo in Italia
10 lug 2012

A cura di
Sauro Amboni
PROGRAMMA ELETTORALE del candidato Prof. Gentili.

 

Elezioni federali FIDS 2012.

PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA ELETTORALE.
 

 

In qualita' di candidato a Consigliere Nazionale, vorrei far conoscere la  mia opinione e il mio programma, aperto a integrazioni e suggerimenti da parte di quanti vorranno contribuire.

 

Per una più ampia disanima sulla mia candidatura, si veda l'articolo sulla rivista Tuttoballo (clicca qui).

 

A)     La mia candidatura è scaturita molto tempo fa. In tutte le riunioni ho sempre e apertamente  espresso ai colleghi dirigenti la disponibilità e la volontà di impegnarmi nel nazionale  e di candidarmi  a consigliere. Ad accreditare la mia determinazione il fatto di essere al di fuori di qualsiasi fazione, non avere legami diretti o indiretti con Asa, organizzatori, maestri e competitori.

B)     La mia carriera. Sono un professore in pensione, ho insegnato latino, storia e filosofia, pedagogia, psicologia al liceo classico e materie  letterarie nella scuola media. Oltre alla mia lunga carriera di docente sono stato un ballerino competitore con mia moglie tanti anni fa, pur senza risultati di rilievo. Ho avuto invece grosse soddisfazioni come amministratore pubblico e come dirigente regionale Fids e Coni. Per il Comitato Olimpico, da cui ho ricevuto la Stella al Merito Sportivo, ho ricoperto la carica di membro di giunta regionale Coni e di membro del consiglio regionale Marche. Nella pubblica amministrazione ho ricoperto diversi incarichi istituzionali:  Vicesindaco e Assessore allo sport nel mio comune, dirigente di partito, Vicepreside della scuola statale, Presidente provinciale dell’Arci e Presidente dei Tributaristi di Macerata per molti anni. Come esperto tributarista ho sempre risposto e dato consigli a tutti, sia tramite internet che al telefono a chiunque mi abbia chiesto consulenza e anche ai comitati regionali  Fids delle altre regioni. In materia sono considerato un punto di riferimento e ho sempre operato a titolo e del tutto gratuito. La mia esperienza di dirigente federale l’ho perfezionata con l’esperienza di Presidente Regionale Fids Marche da tre quadrienni olimpici. In questo ultimo periodo di Commissariamento ho gestito le gare di prova di Campionato Italiano a Fabriano con grandi riconoscimenti per la capacità organizzativa, sempre all’insegna della correttezza e dell’imparzialità.

C)     Gli obiettivi. Sono stato tra i primi a prendere posizione politica, con altri otto presidenti regionali Fids, contro l’allontanamento della danza sportiva nazionale da quei valori che devono prevalere nello Sport. La nostra federazione ha bisogno di serenità e di sicurezza: per questo servono persone pacate, che offrano il loro impegno in maniera neutrale, garantendo la soluzione dei problemi e l’erogazione di servizi per gli atleti e gli operatori professionali, come i maestri, gli organizzatori e le altre categorie. Penso che ognuno di noi debba svolgere il proprio compito e la propria funzione in base al proprio ruolo: il tecnico  faccia il tecnico, il dirigente faccia il dirigente, il giudice di gara faccia il giudice e l’atleta faccia l’atleta. E in ogni competizione gli sportivi, amatori e agonisti, devono sapere che saranno giudicati solo in base alla loro bravura, e non in base alla scuola di appartenenza!

 

Mi auguro che i Tecnici, gli Atleti, i Maestri e i Dirigenti che andranno a votare il 14  luglio p.v. sappiano  scegliere  con la loro testa, liberamente, intelligentemente, ed eleggere i loro dirigenti per il prossimo quadriennio olimpico , persone corrette, oneste, al di sopra delle parti, delle fazioni e degli schieramenti preesistenti ed amanti della danza sportiva.  Mi auguro con sincerità che non debbano essere  presi in giro dal  il capo corrente di turno che dica loro” poi ci penso io a te “. Questi metodi debbono finire: occorre serietà, correttezza e spirito di servizio nell’interesse di tutti.

Se sarò consigliere nazionale, metterò la mia esperienza, le mie capacità al servizio della Fids e sarò il dirigente di tutti, anche di quelli che non mi hanno votato, al di sopra  di ogni parte, sempre a favore degli atleti , dei tecnici, delle Asa e delle famiglie degli stessi atleti, come sempre  ho fatto in vita mia. Non pretendo di avere la bacchetta magica. O di essere infallibile o “illuminato“. Ma il mio impegno lo garantisco e, se non sarò in grado  o se mancherò ai miei doveri o alle mie promesse, gli elettori potranno chiedermi di andarmene a casa. Come bisogna fare sempre con chi non fa il suo dovere!

 

 

PROGRAMMA SINTETICO

 

REGOLE E GARE
1) Predisporre e rendere operativi dei nuovi Codici Deontologici per tutte le categorie di Soci. 2) Regolamentare la divisione delle carriere tra giudici e tecnici, per realizzarla, limitatamente agli ambiti sportivi ufficiali, nei tempi necessari a garantire giurie altamente preparate e super-partes. 3) Perseguire la divisione delle competenze, senza possibilità di ingerenze, tra dirigenti, amministratori e tecnici o ufficiali di gara. 4) Rendere operativi al più presto possibile dei percorsi abilitativi riconosciuti ufficialmente dallo SNAQ. 4) Rivedere il calendario nazionale di gare federali e campionati, con un sistema semplificato di classi A, B e C.

 

SERVIZI
1) Istituire servizi federali di consulenza per associazioni, tecnici, organizzatori e altri operatori della danza sportiva, in riferimento a problematiche legali, contabili, tributarie e di relazione con enti pubblici e privati. 2) Realizzare sistemi per la valutazione della qualità organizzativa delle competizioni federali e autorizzate Fids. 3) Garantire un opportuno rapporto di collegamento, supporto formativo e di comunicazione con tutti i maestri di ballo interessati allo sviluppo delle loro attività nell’ambito sportivo federale della danza amatoriale o agonistica. 4) Favorire l’organizzazione di convegni, seminari formativi e altre attività gratuite in tutte le regioni - anche in collaborazione con docenti delle Scuole dello Sport (nazionale e regionali) e degli Istituti Universitari - su materie inerenti temi amministrativi, legali, tecnici, etici e altri argomenti utili alla consapevolezza e crescita culturale di tutti i soci Fids.

 

RELAZIONI ISTITUZIONALI E COMUNICAZIONE Favorire i rapporti con tutti gli enti pubblici e i mass media facendo in modo che le attività Fids e la stessa federazione siano conosciute come sport ufficiale e non siano più confuse con quelle di altre organizzazioni. Articoli di giornale, concessione di palestre e di contributi pubblici devono essere esclusivamente per le associazioni federali.

 

Prof. LUIGI GENTILI

 

Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)

45 anni - Per imparare/migliorare

Padova (PD)