Il mondo del ballo in Italia
21 nov 2009

A cura di
Angela Scipioni
Riscaldamento, preparazione, allenamento, ecc. prima, durante e dopo le competizioni.


 
Domanda fatta da Mariarosa

Mi scusi, ma sono ancora Mariarosa della precedente domanda. Verrei un Suo consiglio, visto che lei oltre che Maestra di Ballo è anche una docente liceale, per quanto riguarda l'esistenza o meno di un testo facile e sintetico che spieghi i principi di base del riscaldamento, dell'allenamento, dell'alimentazione, ecc. per la preparazione alle gare di ballo. Ho alcuni libri ufficiali di tecnica ma su nessuno di essi è trattato questo argomento che a mè pare importantissimo. Ho trovato nella biblioteca della mia città dei testi sull'argomento, ma hanno dalle 500 alle mille pagine e sono molto astratti e esageratamente approfonditi.

 
Risposta di Angela Scipioni

La Sua è una domanda di interesse alla generalità dei lettori e quindi le rispondo attraverso la rubrica degli articoli in questo stesso sito. Cordiali saluti.

 





Riscaldamento, preparazione,

allenamento, ecc. prima, durante

e dopo le competizioni


(a cura della Maestra Angela Scipioni)

 




Dott.ssa Angela Scipioni




Premessa
 

Il ballo, nella sua espressione competitiva, è uno sport completo, dove occorre velocità, potenza, coordinazione ed esplosività dei movimenti, quindi particolarmente adatto ai bambini che devono crescere forti e sani, che devono saper mixare il movimento di tutte le parti muscolari ed articolari del corpo, sviluppando equilibrio senza disdegnare una discreta preparazione aerobica.

 

Tutto ciò deve partire con la consapevolezza da parte dei genitori per quanto riguarda i bambini e da parte direttamente degli allievi se adulti, che l’impegno prevede cicli di lezioni da un minimo di una a un massimo di quattro ore settimanali ed ha come elemento base l’insegnamento della danza sportiva in tutte le sue discipline ad essa  abbinate.

 

Per questi motivi, i maestri che insegnano in una scuola di ballo devono avere, fra l’altro, prerequisiti di base, per esempio conoscenza approfondita sia scientifica che pratica di come si insegna e si sviluppa la psicomotricità (educazione motoria), conoscenza della metodologia e didattica dell’insegnamento, presentare le lezioni sempre in modo diverso, avere fantasia, creatività, conoscere i bisogni e le motivazioni dei propri allievi, ecc.

 

Il programma di lavoro che un Maestro deve portare avanti, deve conferire ai propri allievi, soprattutto se bambini, una base motoria multilaterale, creare un substrato sul quale costruire mattone dopo mattone quelle condotte motorie utili ad una coordinazione complessiva necessaria poi all’apprendimento del ballo specifico.

 

Per un approfondimento consiglio l’opuscolo del Centro di Medicina Sportiva di Viterbo, specificatamente scritto da specialisti della materia con valenti maestri di ballo e riguardante la preparazione per le danze standard, il liscio unificato e il ballo da sala (vedi copertina del testo qui sotto).

 



Copertina del testo







Una pagina del testo


 
 
 

Per ulteriori e importanti approfondimenti consiglio la lettura dei due prestigiosi articoli della Maestra e pluricampionessa Michela Carlone:

clicca qui   1° articolo
clicca qui    2°articolo
 
 
 
 
La dieta
 

Sull'argomento dieta nella danza sportiva, sia a livello amatoriale che agonistico, si è detto e scritto molto; spesso chi si occupa di questo argomento si trova a dover fronteggiare una disinformazione mascherata da pseudo-cultura.

 

L'alimentazione dello sportivo deve tenere conto anche delle specifiche necessità nutrizionali connesse con il corretto svolgimento e con il miglior rendimento atletico possibile, sia in fase di allenamento che di gara.

 

In tal senso è indispensabile conoscere i carichi di allenamento di ciascun atleta e i regolamenti tecnici delle diverse discipline.

Ovviamente, se c'è un concomitante sovrappeso, sarà fondamentale che le eventuali variazioni di composizione della dieta non alterino l'apporto calorico giornaliero stabilito, in modo da non produrre un aumento del peso corporeo.

In ogni caso è consigliabile affidarsi alle mani di una persona esperta e professionale, che sarà in grado di gestire la dieta nel modo più idoneo e personalizzato, a seconda del singolo caso.

 

Per tutti questi motivi consiglio di leggere l’autorevole articolo della Dott.ssa Silvia Galetti, Medico Specialista in Endocrinologia e in Scienza dell' Alimentazione (oltre che Maestra di Ballo e competitrice col Maestro Ubaldo Sincovich).



Dott.ssa Silvia Galetti
(Maestra di Ballo)
Medico Specialista in Endocrinologia e
in SCIENZA DELL' ALIMENTAZIONE

 


Per l’articolo clicca qui.

 
 
 
Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)

45 anni - Per imparare/migliorare

Padova (PD)