Il mondo del ballo in Italia
13 gen 2010

A cura di
Angela Scipioni
Salsa a 360 gradi (il commento del Campione Massimo Gigliotti).

Domanda fatta da Riccarda.
Ciao Angela. Sono anch'io una maestra di ballo e ho sempre trovato pareri discordanti fra Salsa Cubana e Portoricana.
Avrei tanto piacere di conoscere anche il tuo di punto di vista su questo quesito oggetto da anni da contrastanti pareri.
Ciao. Riccarda.

Risposta di Angela Scipioni.
Si, sono del tuo stesso parere.
Ci sono state disquisizioni a non finire su questo argomento. Penso che sia un tema di interesse generale e per questo motivo preparerò nei prossimi giorni un articolo che  inserirò nella apposita rubrica su questo stesso sito.






 
Penso sia utile rispondere a questo quesito con un articolo scritto da un grande campione e stusioso di questo argomento. Ecco allora che ti riporto un recente  saggio del Maestro Massimo Gigliotti.




“SALSA A 360“

Maestro Massimo Gigliotti
(in arte MAXELRUMBERO)

 

Il Maestro Massimo Gigliotti è da 14 anni professionista
di Danze Caraibiche come competitore,  insegnante e dirigente


 
L’importanza di studiare continuamente è sempre stato alla base dei successi delle persone nei vari campi dalla vita.

Tutto cio è richiesto anche nell’ambiente della danza e soprattutto nelle danze caraibiche,  così variegate di ritmi e di cultura da imporre da parte degli addetti ai lavori un continuo e costante studio delle sue componenti in quanto, cari amici salseri; la danza ci insegna,  che non e’sufficiente fare cento figure per essere dei ballerini,  sarebbe troppo facile e ridicolo! Anzi la vita ci insegna che non ci regala niente nessuno e per essere bravi ballerini bisogna SUDARE,  STUDIARE E SUDARE,  STUDIARE TANTISSIMO!


Non dico che l’aspetto coreografico(figure e pasitos) non sia importante,  ma c’e’ anche il movimento del corpo che,  unito a l’aspetto coreografico,  crea nel ballerino una sinergia ancor piu’ armoniosa e travolgente!


 



Maestro Massimo Gigliotti

 

Ecco che subentra in gioco l’importanza di approfondire tutte le componenti della danza (determinanti per interpretare cioè che si stà ballando):


  • apprendere la cultura e tutto cio’ che ne comprende,
  • conoscere le danze tradizionali che hanno contribuito e influenzato la salsa moderna (rumba,  plena,  son,  rueda,  cha-cha,  mambo,  etc.),
  • conoscere le basi della danza moderna e classica (determinante per eleganza e armonia nei movimenti) l’hip-hop (anch’esso influenzata dai ritmi africani) e le danze afro (per indipendizzare e sciogliere il proprio corpo nei movimenti).

Non metto in dubbio che un discorso di questo tipo richieda tempo e un grosso impegno.

Vi ricordo come citato poc’anzi, che nessuno non ci regala niente e in ogni caso puo’ essere fatto poco alla volta nell’arco della propria vita artistica (anche perché i maestri d’esperienza consigliano sempre di non correre e d’avere pazienza) e questo e cio’ che consiglio sempre ai miei allievi.

 

Ovvio che dipende sempre dagli obiettivi che uno si pone; ad esempio se l’obiettivo di una persona  e’ semplicemente quello di ballare sulle piste, allora l’importanza di non studiare puo’ essere giustificabile. 


 

 

Viceversa,  per chi  pone come proprio obiettivo quello di insegnare,  allora entra in gioco l’aspetto dello studio (visto che subentrano molteplici responsabilita’ nei confronti delle  nuove generazioni di salseri) e se un allievo ci pone una domanda occorre saper rispondere (ovvio che non si puo’ sapere tutto).

 

Un altro aspetto che deve contraddistinguere un vero ballerino e’ quello di non differenziare o limitarsi a un solo tipo di salsa,  ma saper ballare tutto cercando di prendere gli aspetti piu’ veritieri possibili di ogni stile di ballo!


Quindi non abbandoniamoci a semplici frasi del tipo:


“BALLI CUBANO O PORTORICANO,

BALLI SU UNO O SUL DUE,

BALLI NEW YORK STYLE O LOS ANGELES STYLE ETC.”


ma balliamo insieme e soprattutto divertiamoci insieme, nelle competizioni di ogni classe e categoria anche perche’ nessuna cultura di questo mondo e’ predominante sull’altra, ma ognuna di esse ci puo’ insegnare tanto!

 

Ritengo inoltre sia giusto che impariate durante il vostro percorso artistico, ad aprire la mente ai nuovi modi di ballare la salsa e ai suoi continui mutamenti,  senza pero’ abbandonare ne dimenticare le radici culturali e musicali da dove essa provenga.

 

 


 

Vorrei aggiungere per i salseri un’altra nota molto importante: nella danza e’ principalmente la dama a risaltare e l’uomo deve guidarla e farla sentire importante,  senza che essa diventi il proprio strumento d’esibizione o il pupazzo da lanciare qua’ e la’, CHIARO!!
 

Permettetemi (per allacciarmi al discorso studio della danza) di raccontarvi in breve la mia esperienza:

quando ho deciso di imparare la cultura e il modo di ballare la salsa a Portorico o quando ho voluto conoscere la salsa cubana e le danze afro, sapevo che per poterla imparare e trasmettere in modo veritiero solo un portoricano o un cubano potevano darmi ciò che cercavo; ovviamente mi stò riferendo a insegnanti preparatissimi,  anche perche’ a dire dei latini stessi non tutti loro sanno ballare.

 


 



Parallelamente alla mia sete di conoscenza, approfondivo lo studio della danza con lezioni di classico, moderno e hip-hop e non contento, anche lo studio della musica e delle percussioni.


Infatti,  uno dei miei piu’ grossi rammmarici,  e’ quello di non avere approfondito lo studio della danza sin da  piccolo, motivo per cui attualmente sto’ ancora studiando! Ecco dunque il perche’ di “SALSA A 360°”.




Quindi non pensiate minimamente che l’indossare una maglietta d’animatore o l’imparare cento figure,  etc. etc. vi faccia diventare bravi ballerini, per essere cio’ ci vuole tantissimo sacrifico, studio ma soprattutto  tantissima umilta’!


 



Cari lettori, prima di salutarvi vorrei darvi un mio pensiero da non dimenticare e che non deve mai essere influenzato da nessun tipo di evento (stage,  spettacoli, animazione, business,  etc.); esso e’ alla base del ballo latino, lo conoscete tutti la parola chiave e:  ’“DIVERTIMENTO!” e "UMILTA'".


 
 


Dunque cari amici salseri:

”TUTTI A STUDIARE!! E SOPRATTUTTO A DIVERTIRCI !!”

sia in pista e sia in competizione


UN MAS GRANDE SALUDO A TODO DE MAXELRUMBERO!


 
 


Per approfondimenti:
 


 
.
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

57 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)

37 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)