Il mondo del ballo in Italia
21 mar 2013

A cura di
Sauro Amboni
Trofeo Lombardia Dancing Castellanza 17 marzo 2013.

 

Reportage
dell’Inviato Speciale
Maestro Roberto Breda.

 

Nella foto a fianco:

Maestra Pino Mattea (Presidente Lombardia Dancing) e  Maestro Tonino Altomare  (General Manager della manifestazione).

Sotto Maestro Walter Pasina e Maestro Santo Oliva (Direttori di Gara).
 

 

 

 

 


 

 

Premessa.

Ho assistito, come Inviato Speciale della Rivista, alla Competizione Nazionale Trofeo Lombardia Dancing che si è svolta a Castellanza domenica 17 marzo. Tutte le Classi e tutte le categorie di ST, LA, LU, BS, LT, Country, Line Dance, Synchro e Choreographic Dance, Show Dance, ed infine il promozionale corsisti.

Non ostante il cattivo tempo al mattino, la neve incessante al pomeriggio, una analoga competizione a poca distanza da Castellanza tutto il giorno, la gara ha avuto una forte affluenza di atleti e un discreto numero di spettatori.

Ecco una sintesi obiettiva e succinta, dei principali avvenimenti della intensa giornata.

 

 

La struttura

Il palazzetto dello Sport di Castellanza è grande (anche con due piste contemporaneamente), molto capiente, con parcheggio un po’ piccolo con accesso diretto ai locali interni e con un grande parcheggio nelle immediate vicinanze, l’arredo buono, discreto l’allestimento.

 

 

Le incompatibilità e i conflitti di interesse fra i giudici

Non ne voglio parlare perché come prima cosa io non conosco bene le eventuali combine e poi non voglio fare commenti. In una eventuale relazione a parte verranno riportate alcune di queste incongruenze.

 

 

La partecipazione

Abbastanza buona (ca 500 spettatori), ma, come al solito in questi ultimi due tre anni, moltissime le classi e categorie con solo una o due coppie iscritte che, quindi, per loro è stata una semplice esibizione. Elevata la partecipazione al BS e LU senior.

 

L’organizzazione

La conclusione è che posso dire che ci sono stati ritmi organizzativi normali (secondo la tabella dei tempi previsti). L’organizzazione generale è stata buona. Ottimo il ristorante annesso. Spogliatoi e logistica come al solito a Castellanza è stata ottima.

 

 

Le musiche e l’acustica

Brani musicali buoni (ma per B3 alcuni un po’ difficili) e l’acustica omogenea, anche se la voce dello speakers non sempre chiara ,perché in questi luoghi così ampi il sonoro richiede molta più attenzione nelle regolazioni.

 

Lo spettacolo

Lo Show è stato veramente bello. Coppie di campioni si sono esibite in vari balli e discipline in un mare di applausi. A questo proposito, si vedano i video che pubblicheremo fra qualche giorno su questo sito.

Infine al suono della suggestiva marcia di Radetzky, sono entrati gli allievi della scuola del Maestro Antonio Altomare al quale vanno i complimenti per aver saputo gestire e coordinare il tutto con grande maestria; ha quindi seguito la competizione dei “corsisti”.

 

Giudizi di Gara

Si commentano da se osservando gli Skating. E di queste discordanze ne ho viste alcune ma molte meno rispetto ad altre gare. In sostanza la valutazione dei giudici è stata abbastanza omogenea. In una eventuale prossima relazione (a cura della Maestra Dr.ssa Prof.ssa Angela Scipioni) saranno evidenziate le discordanze.

Non entro in merito agli eventuali collegamenti dei clan e delle combine. Assenti, i punteggi visivi.

 

 

Il pubblico

Buona, ma non eccessiva la partecipazione del pubblico.

 

 

Tecnica e performance

Ecco i commenti che posso fare dopo tanti anni di esperienza nel mondo del ballo e anche grazie ad alcune interviste con colleghi Tecnici.

Col LU e BS le coreografie, tranne qualche eccezione, sono state abbastanza povere e scarsa l’interpretazione; molti i fuori  tempo soprattutto nel valzer lento e nel tango. Avevano una brutta postura e mancava energia.

Nelle danze ST le cose sono state migliori ma salvo qualche eccezione io personalmente non ho notato significativi miglioramenti rispetto a qualche anno fa. Idem per i LA.

In sostanza, tranne qualche eccezione nello ST classe “A”, il livello generale è stato buono ma non ottimo.

Nella tecnica si è notato che si cercano sempre più figure “ad effetto” che sono un po’ lontane dalla tecnica di base che viene riportata sui libri. Insomma le coppie (i loro maestri) non hanno capito che è meglio ballare bene una coreografia semplice piuttosto che ballare male una coreografia con figurazioni distorte solo per creare effetto.

Molti ancora i fuori tempo nelle classi B, molte le anomalie nel lavoro dei piedi, manca in moltissime coppie l’effetto “emozione” ma il ballo è freddo e povero di gestualità.

 

 

Osservazione

Rendiamo noto i nomi di alcuni campioni che ci hanno rilasciato una piccola intervista con alcune note inserite qua e là nel Reportage.

 

Maria R. Tisti e Bruno Ubiali categoria 56-61 campioni italiani nella Combinata Nazionale 2012 B3.

 

 

Manzinali Lidia e Colombo Lorenzo categoria 56-61 classe B2, terzi ai Campionati italiani a Rimini e quarti anno 2012. Anno 2013 classe B1 categoria 62-65 campioni regionali.

 

 

Alde’ Enrica e Brusca Angelo campioni italiani 2011. Angelo ed Enrica che fanno parte della 62-65 classe A, ballano assieme da tre anni e nel 2011 hanno fatto 39 gare a livello nazionale, sempre in classe A vincendole tutte e vincendo tutti i balli; quindi campioni italiani di ST classe A e Coppa Italia classe A.

Dopo il 2011 sono entrati in classe A1 ST vincendo diverse competizioni importanti. Alle spalle di questi successi c’è il merito di una grande costanza, ore di allenamento e fatica fisica, ma la loro passione è talmente grande da superare ogni ostacolo e difficoltà, per loro la fatica diventa soddisfazione.

Angelo ed Enrica sono allievi della PROFESSIONAL TEAM FLAY DANCE e la loro riconoscenza va al maestro Cristiano Bezzon che insieme alla moglie Laura Pontiggia va il merito dei loro successi. E io ringrazio tutti loro per l’intervista concessa.

 

 

 

Per la relazione completa e l’ampio servizio fotografico

Clicca qui e vai ai numeri 356, 357, 358 e 359.

                                                                                                               

 

Mentre i video della gara e delle esibizioni saranno pubblicati fra alcuni giorni.

 

 

 

Maestro Roberto Breda

 

Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

57 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)