Il mondo del ballo in Italia
05 ott 2011

A cura di
Sauro Amboni
Un Convegno sul punto della situazione: maestri italiani danza sportiva.

Reportage del Maestro
Roberto Breda (sintesi).

 

 

 

 

Nella foto a fianco,
la coppia dei giovani Tecnici
Silvia Ponteri e Fabrizio Romano
presenti al Convegno

 

 

 

 

 


 

Domenica 2 ottobre 2011, presso il club Idillio di Castellanza, il Presidente Nazionale Midas Piercarlo Pilani, coi quadri dirigenti della Giunta Esecutiva della Lombardia: Altomare, Gusella, Ruggiero e Amboni, con oltre 140 partecipanti fra cui dirigenti provinciali, tecnici di fama, grandi maestri, campioni, atleti di successo e maestri neodiplomati, hanno tenuto un Convegno durante il quale sono stati toccati molti argomenti dando maggiore interesse ai seguenti.

 

CENTRI TERRITORIALI DI FORMAZIONE PERMANENTE

Accenna alle varie problematiche che i maestri affrontano sul piano formativo ed a tale scopo si vogliono realizzare 5 o 6 centri formativi con decentramento nelle varie province. Questi centri saranno messi a disposizione degli insegnanti per i loro aggiornamenti.  Tutti saranno operativi nella stessa giornata con rotazione secondo le varie discipline.

 

LA FIDS (Federazione Italiana Danza Sportiva)

La FIDS considera il ballo, una attività sportiva ed i loro maestri (iscritti) sono TECNICI SPORTIVI. Per questo motivo sarebbe, quindi, opportuno avere una conoscenza anche in scienze motorie, didattica, psicologia come completamento della preparazione, seguendo seminari  nei CENTRI DI FORMAZIONE DECENTRATI.

 

ASSOCIAZIONI

E’ stata ribadita la volontà di Midas, che è l'unica associazione che ha firmato una convenzione con la FIDS del CONI, a rimanere associata e unita alla FIDS, ad avere buoni rapporti con tutte le altre associazioni esistenti sul territorio, le quali hanno firmato solo una dichiarazione d'intenti.

La FIDS propone di rinnovare l'abilitazione con corsi di aggiornamento, lasciando inalterato la qualifica.

 

PIANO FORMATIVO

Deve essere valutato dal settore tecnico federale (STF). Il presidente Pilani ne ha presentato uno completo per la valutazione, che comprende anche corsi certificati.

Per rendere più omogenea la disciplina danze nazionali è necessario predisporre di un testo specifico per la formazione di tecnici sportivi, in modo tale che vengano applicate le stesse regole su tutto il territorio nazionale anche per gli esami di abilitazione.

Come già in precedenza discusso e annunciato, la Commissione preposta ha completato i lavori per il nuovo testo che verrà sottoposto all'approvazione degli organi centrali, il quale prevede 25/30 figure nuove e scelte didattiche che danno spazio ai tecnici sportivi di ideare le più differenti amalgamazioni e coreografie.

 

GIUDICI DI GARA

Viene discusso, a livello di proposta, un random computerizzato per il direttore di gara, ogni gara potrà essere giudicata, ad esempio, da 15 giudici, di cui verranno presi in considerazione solamente i giudizi di sette, stabiliti e scelti a caso dal computer stesso. L’argomento sarà comunque proposto all’organo competente (SAF: settore arbitrale federale).

Si pensa pure di fare indossare una divisa ai giudici di gara (se ne discuterà in seguito).

 

INIZIATIVE SUL RASF

E’ rimandato ad un prossimo incontro il dibattito per presentare e discutere le modifiche inserite nel nuovo Regolamento Federale (per esempio, quali figure devono essere eseguite dagli atleti a secondo della classe e disciplina di appartenenza).

 

ISCRIZIONI PARTICOLARI AL MIDAS

I tecnici sportivi provenienti da altre associazioni possono chiedere di iscriversi al Midas senza sostenere nuovi esami, verrà riconosciuta l'abilitazione posseduta se ritenuta equipollente a quelle previste da Midas.

 

COMMISSARI REGIONALI

Si pensa che essi definiranno le modalità di esame e i contenuti delle discipline per formare i tecnici sportivi.

 

COMMISSIONI DI DISCIPLINA

Dovranno controllare i commissari di esame e lo svolgimento nel suo complesso.

 

OSSERVAZIONI FINALI

Al Convegno è seguito un lungo dibattito, con molti interventi, proposte, critiche e suggerimenti che sarebbe lungo riportare in questa sintesi informativa.

Fra i 140 partecipanti al Convegno, erano presenti, solo per citarne alcuni, in ordine sparso:

 

Livio Palmieri,

Guido Fossorier,

Barbara Rattazzi,

Cristian Zamblera,

Marlon Giuri,

Barbara Adalberti,

Sauro Amboni,

Piercarlo Pilani,

Gianni Russo,

Antonio Altomare,

Alberto Altomare,

Remo Altomare,

Luciano Asero,

Maria Rosa Intrieri,

Liliana Mulazzani,

Marco Gusella,

Guido Sansottera,

Antonio Lanza,

Rosanna Cadei,

Nives Bonalumi,

Donato Scandiffio,

Mattea Pino,

Francesca Mastrilli,

Silvia Ponteri,

Fabrizio Romano,

Stefania Colombo,

Marina Caffese,

Cristian Gatti,

Stefania Azzena,

Nicola Ruggiero,

Stefano Miragoli,

Angela Beltrami,

Angelo Gramegna,

Mauro Gobbi,

 

Nella galleria fotografica qui sotto, alcune immagini del Convegno e alcuni personaggi presenti.

 

Reportage del Maestro
Roberto Breda

Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

37 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)