Il mondo del ballo in Italia
27 mar 2009

A cura di
Angela Scipioni
Un grande evento con Gozzoli-Betti. Paolo Spaccavento e giovani della Classe AS. Quarta parte.



Formazione di qualità per un futuro di gloria in una grande Manifestazione

 

Il Campione del Mondo Professionisti Standard Mirko Gozzoli, il Personaggio di fama Paolo Spaccavento e una gara di giovani di Classe AS in un appuntamento che passerà alla storia

(Inviati Speciali: Marcella Costato, Angela Cattaneo, Angela Scipioni)

 
 


Marcella Costato          Angela Scipioni             Angela Cattaneo
 
SOMMARIO
 
Presentazione
Premessa

Valzer Inglese e le azioni swing

Slow Fox e le azioni swing

Valzer Viennese e le azioni swing

Il Tango: musicalità e movimenti

La motivazione e l’autostima

Gara Classe AS: osservazioni

 
 
Quarta parte

(Per la Terza parte clicca qui)



 I Campioni del Mondo
Mirko Gozzoli e Alessia Betti
spiegano il Valzer Viennese
 
 



 
 

Presentando il Valzer Viennese, il campione ha ricordato che questo tipo di ballo può essere utile a migliorare lo swing anche negli altri balli. Il Viennese è senza dubbio la più veloce delle danze Standard anche se lo swing è meno accentuato, circa il 60%.


Anche qui sono presenti le famose tre S”. L’elevazione è presente solo sulle caviglie e lo swing di tipo laterale si presenta solo nel 2° passo.


Gozzoli ha consigliato, per migliorare lo swing, di praticarlo lentamente e con particolare attenzione alle direzioni.


Ha ricordato le corrette posizioni del giro a dx e a sx. e che con le direzioni corrette si ottiene più spostamento.

 
 

Le corrette posizioni di swing del giro a dx sono:

1 sulla l.d.b ( swing frontale)

2 f.p. (swing laterale)
3 c.d.c ( swing laterale)
 

Mentre del giro a sx sono:

1 sulla l.d.b. (swing frontale)

2 f.c. (swing laterale)
3 c.d.p. ( swing laterale)
 

Ripete e insiste che con le direzioni corrette si ottiene più spostamento.

 

Nel Viennese è importante sentire la musicalità: 1-2-3  - - 4-5-6.


 

Importanti consigli sono stati dati su come “disegnare” il Viennese sulla pista. Il maestro ha suggerito l’idea di immaginare due corsie, una interna e l’altra esterna, che corrono lungo i lati della pista. Durante l’esecuzione del giro a dx si balla nella corsia esterna, poi, dopo il passo di cambio, si balla in quella interna. In questo modo, si esegue un ballo stilisticamente corretto.

Si attua, inoltre, una forma di galateo nei confronti delle altre coppie che non vengono ostacolate.

 
 




Il futuro del nostro popolo ha le sue radici nei giovani di oggi
e da come sapremo educarli ai valori della vita essi saranno
la linfa vitale per il successo della nostra nazione domani

 





Altomare                       Marelli               Scandiffio                  Birarelli                       Pregnolato

(Direttori e giudici di gara alle competizioni)


 
 

Nel Viennese è importante sentire la musicalità: 1-2-3 - 4-5-6.

Il giro a Sx è quello che presenta più difficoltà d’esecuzione.

Sul 4-5-6 il cavaliere raccoglie, col piede piatto, il movimento creato nel 1-2-3.

In questo modo si elimina il “saltellare” del 4-5-6 e il movimento è più lineare.

La dama ha, così, la possibilità di portarsi in direzione.

Alla fine del 6 c’è un attimo di pausa nei piedi, (non nel corpo) che serve a ricaricare.


Continua

 

Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Ricerca partner

33 anni - Per imparare/migliorare

Ancona (AN)

57 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)

37 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)