Il mondo del ballo in Italia
05 gen 2012

A cura di
Sauro Amboni
Una nuova Disciplina e un nuovo manuale: il Liscio Ligure.

 

 

 

a cura della Maestra Marina Margiotti.
(nella foto a fianco).

 

 

 

 

 

 


 

In data 9 dicembre 2011 presso il Palaborsani di Castellanza si è svolto il Convegno Nazionale MIDAS per la presentazione del progetto formativo 2012 e  la costituzione dei Centri Formativi Permanenti.

 

Erano presenti, oltre al Presidente Nazionale MIDAS  Sig. Pier Carlo Pilani, maestri e membri della Federazione ai quali è stato consegnato il testo relativo alla nuova disciplina di gara del liscio ligure, con la precisazione tecnica dei passi, una accurata selezione di figure tipiche e folcloristiche e sequenze elaborate in modo da mantenere viva la tradizione  e la cultura della regione Liguria, costumi  diversamente destinati a scomparire..

 

Il liscio ligure, nato nel dicembre 1991 rielaborato nel 1992 vede la sua prima stesura di tecnica revisionata nel 1994 e nel 2008 entra come disciplina folcloristica nel RASF (Regolamento Attività Sportiva Federale) e nella FIDS (Federazione Italiana Danza Sportiva).

 

Il liscio, che comprende la polka, la mazurka e il valzer, a seconda delle realtà delle varie regioni, viene ballato e interpretato in modi differenti.

 

Il liscio ligure, proprio per la conformazione della regione, opera in un’ambientazione ridotta e quindi assume variazioni ritmiche completamente innovative rispetto agli altri stili, anche attraverso un’accurata selezione di figure che costituiscono il patrimonio della regione Liguria.

 

Ci sono attualmente un buon numero di maestri che hanno conseguito il diploma di Liscio Ligure i quali nelle loro scuole insegnano questa disciplina che ha trovato tra gli allievi molti ballerini  che nelle sale da ballo si esibiscono in treccine, rimbalzi e valentini.

 

Sono comparsi così gruppi di appassionati che si esibiscono   nel corso di manifestazioni varie, anche fuori della nostra regione, riscuotendo un buon successo.

 

MIDAS nasce con la precisa finalità di essere associazione di rappresentanza dei Maestri  di ballo che organizzano la loro attività formativa di base e la divulgazione  della danza sportiva mediante la formazione e l’abilitazione di nuovi maestri.

 

Si spera, con la nascita di questi centri di formazione, di ampliare il numero di maestri  abilitati all’insegnamento di questa disciplina in modo da allargare il più possibile la rosa degli allievi che porteranno avanti a loro volta questa tradizione.

 

 

 

 

Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

37 anni - Per fare competizioni

Roma (RM)

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)