Il mondo del ballo in Italia
14 mar 2007

A cura di
Rosario Rosito
Velocemente... rallento

'Questo esempio vuole rilevare, a beneficio dei meno esperti di musica, le insidie che si nascondono dietro l’espressione della velocità musicale in “battute al minuto”.

Esempio – le prima parte del famoso tango “gelosia” -

 clicca sull'immagine per vederla più nitida



Osservando la figura, anche se non si è esperti di musica, si può facilmente notare come, cambiando il tempo musicale, la stessa “parte” si esprime attraverso un diverso numero di battute.
Il brano, trascritto in tempo 4/4, per essere agevolmente ballato, dovrà avere una velocità di 32/33 battute al minuto.
Trascritto invece in 2/4, volendo mantenere la stessa velocità, le battute al minuto dovranno essere il doppio, cioè 64/66. Accade, in sostanza, che ogni battuta di 4/4 vale 2 battute di 2/4.
Trascrivendo, infine, il brano in 4/2 oppure in 8/4 (nessuna regola musicale lo vieta), per mantenere la stessa velocità, dovremo indicare 16 battute al minuto!
In realtà, in tutti e tre i casi, la velocità è di 128 quarti al minuto; semplicemente.
Rosario Rosito, 10 novembre 2005

Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)

45 anni - Per imparare/migliorare

Padova (PD)