Il mondo del ballo in Italia
29 apr 2010

A cura di
Rosario Rosito
VOGLIAMO I CAMPIONI!
Dovremmo riprenderci la capacità e la voglia di indignarci. Uscire allo scoperto e dire realmente cosa pensiamo di chi gestisce dissennatamente e, soprattutto, senza amore e passione per il ballo e senza rispetto assoluto per i ballerini, la danza sportiva in Italia. Perché accettiamo passivamente che le mezze tacche facciano carriera dirigenziale ed i veri campioni, le nostre bandiere, restano fuori e spesso sono invisi e vituperati? Perché diamo per scontato che nulla possa essere sovvertito? C’è una rassegnazione che non condivido, tristissima, persino immorale.
Chi è stato campione nella vita e nello sport, deve avere la giusta ribalta. La storiella che “gli attributi necessari per essere un buon dirigente” non combaciano con la personalità e la preparazione dei campioni, non ci convince per niente. È giusto che chi ha voglia, competenza, passione e titoli possa intraprendere una bella carriera da dirigente a prescindere dai suoi trascorsi sportivi, ma non è affatto giusto che TUTTO IL SISTEMA sia tarato e personalizzato in un’ottica clientelare e autoreferenziale.
Di tutto questo non dobbiamo stancarci di parlare, discuterne principalmente nelle nostre scuole, nei palazzetti durante le gare, tra colleghi nelle occasioni d’incontro, per nutrire principalmente le nostre coscienze, per imparare che, se amiamo veramente il ballo, dobbiamo pretendere correttezza, signorilità, rispetto, abnegazione. Tutte le qualità che, guarda caso, possiedono i veri Campioni e difettano alla quasi totalità dei politici di professione…
Rosario Rosito, 29 aprile 2010
Galleria fotografica
Scuole di ballo - Consigliate
spazio riservato
alle scuole consigliate
Scuole di ballo

Vicenza (VI)

Via dell'Edilizia 110, 1 piano

Roccella Ionica (RC)

Via Marina, 2 sopra dopolavoro...

Palazzolo sull'Oglio (BS)

Ricerca partner

Per imparare/migliorare

52 anni - Per imparare/migliorare

Treviso (TV)

45 anni - Per imparare/migliorare

Padova (PD)